Corsi online area Anticorruzione

Seminario

Anticorruzione dopo la Riforma Madia


Presentazione

Il percorso formativo, idoneo a soddisfare pienamente gli obiettivi formativi indicati nel Piano Nazionale Anticorruzione, parte da una descrizione e analisi del fenomeno della corruzione seguita da una trattazione delle norme in tema di etica, legalità, anticorruzione, nella versione modificata dal D.Lgs n. 97/2016 (Riforma Madia), per proseguire nella disamina del Piano Nazionale Anticorruzione e relativi aggiornamenti, delle linee guida ANAC per l’attuazione della normativa da parte delle società e degli enti di diritto privato controllati e partecipati dalle pubbliche amministrazioni e degli enti pubblici economici, nonché degli strumenti e tecniche di risk management per la progettazione e implementazione del sistema anticorruzione e di prevenzione dei reati di cui al D.Lgs. n. 231/2001.

Il corso consentirà ai partecipanti di acquisire quindi un’adeguata conoscenza del Sistema anticorruzione e di prevenzione dei reati di cui al D.Lgs. n. 231/2001, con tutti gli elementi utili per:

  • comprenderne la genesi e il funzionamento,
  • per conformarsi alle relative prescrizioni,
  • porre le basi per un cambiamento “culturale” in materia di etica e legalità,
  • per la creazione di un contesto favorevole all'applicazione pratica del sistema di prevenzione degli illeciti corruttivi,

facilitando la comprensione e la condivisione dei concreti obiettivi in materia di integrità, legalità e trasparenza che l’ente di appartenenza si è posto, ed una percezione dei relativi adempimenti diversa da quella del “mero assolvimento di un obbligo formale”.

MODULO 1

  • Il concetto di corruzione in senso ampio (cd. maladministration).
  • Analisi delle fattispecie dei reati rientranti nel concetto di corruzione.
  • La riforma Madia: la L. n. 124/2015 (Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche), con particolare riferimento al D.Lgs n. 97/2016 (Revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza).
  • La L. n. 190/2012 (Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione).
  • Il D.Lgs. n. 33/2013 (Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni)in materia di obblighi di pubblicazione e di accesso civico e generalizzato.
  • La Determinazione ANAC n. 1309/2016 (Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni).
  • L’accesso civico e l’accesso generalizzato (FOIA).
  • Il D.Lgs. n. 39/2013 (Disposizioni in materia di inconferibilità e incompatibilità di incarichi presso le pubbliche amministrazioni e presso gli enti privati in controllo pubblico, a norma dell'articolo 1, commi 49 e 50, della legge 6 novembre 2012, n. 190).
  • Cenni sul D.Lgs. n. 235/2013 (Testo unico delle disposizioni in materia di incandidabilità e di divieto di ricoprire cariche elettive e di Governo conseguenti a sentenze definitive di condanna per delitti non colposi, a norma dell'articolo 1, comma 63, della legge 6 novembre 2012, n. 190).

MODULO 2

  • Il D.P.R. n. 62/2013 (Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici, a norma dell'articolo 54 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165) e i codici integrativi.
  • Il Piano Nazionale Anticorruzione e gli aggiornamenti, con particolare riferimento alla Determinazione ANAC n. 1208/2017 (Aggiornamento 2017 al Piano Nazionale Anticorruzione).
  • Determinazione ANAC n. 1134/2017 (Nuove Linee guida per l’attuazione della normativa in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza da parte delle società e degli enti di diritto privato controllati e partecipati dalle pubbliche amministrazioni e degli enti pubblici economici).
  • Il Responsabile Anticorruzione.
  • Genesi e funzionamento del PTPC.
  • Il whistleblowing e la L. 179/2017 (Disposizioni per la tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell'ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato).
  • I patti di integrità.
  • La Responsabilità amministrativa da reato di cui al D.Lgs. n. 231/2001.
  • I reati presupposto.
  • Il Modello di organizzazione, gestione e controllo.
  • L’Organismo di Vigilanza.

MODULO 3

  • L'attività di risk assessment.
  • Lo standard UNI ISO 37001:2016 (Sistemi di gestione per la prevenzione della corruzione - Requisiti e guida all'utilizzo).
  • Analisi contesto.
  • Mappatura processi.
  • Individuazione aree e attività a rischio.
  • Misurazione e analisi del rischio.
  • Le misure di gestione del rischio di corruzione.
  • I protocolli comportamentali e la proceduralizzazione.
  • L’implementazione del Sistema Anticorruzione.
  • I sistemi di controllo e la loro integrazione.
  • Il monitoraggio.

Gli argomenti nel riquadro vengono trattati solo allorquando tra i partecipanti vi siano soggetti appartenenti a società o altri enti di diritto privato controllati o partecipati da pubbliche amministrazioni o ad enti pubblici economici.


La quota comprende l’accesso alla piattaforma e il materiale didattico che viene inviato prima dell’avvio dei lavori.
In omaggio i successivi 3 numeri della rivista telematica MediAppalti (www.mediappalti.it)

In caso di iscrizioni pervenute almeno 20 gg. prima della data prevista del corso Mediaconsult garantisce la grande opportunità di continuare la formazione per ulteriori 12 mesi attraverso l'invio, al proprio indirizzo mail, della rivista telematica MediAppalti, specializzata in materia di appalti pubblici.

COSA SERVE

Qualche giorno prima degli incontri saranno fornite le credenziali per accedere alla nostra piattaforma di formazione a distanza.

Per il partecipante è indispensabile dotarsi solo di:

  • un collegamento internet veloce;
  • casse o cuffie.

Requisiti di sistema: Piattaforma Webex

Per qualsiasi informazione o dubbi di natura tecnica contattare la segreteria organizzativa.


Relatore


Sedi del seminario

  • 08 giugno 2018, 22 giugno 2018 e 29 giugno 2018
    Formazione a distanza dalle ore 10.30 alle ore 13.00
MEDIACONSULT S.R.L.
Via Palmitessa, 40
76121 Barletta (BT)
tel. +39.0883.31.05.04
fax +39.0883.57.01.89

P.IVA e C. Fisc: 07189200723
Cap. Soc.: € 12.000,00 i.v.
REA: BA - 538906

info@mediaconsult.it