Appalti

Seminario

Gli appalti telematici obbligatori dal 18 ottobre sul MePA Consip. Esercitazione pratica


Mediaconsult è provider del Consiglio Nazionale degli Ingegneri,
per cui il seminario è accreditabile su richiesta del partecipante

Presentazione

L'obbligo in vigore dal 18 ottobre 2018 di utilizzare uno strumento telematico dalla pubblicazione della gara fino all’aggiudicazione può essere soddisfatto tramite l’utilizzo del MePA.

Ci sono grandi novità sul MePA, tanto silenziose quanto devastanti dal 2018: il rifacimento di numerose sezioni del MePA e modifiche nella disciplina.

Consip dichiara soddisfatta che il nuovo Portale “non parla un linguaggio legalese”, e dunque nel MePA usa parole diverse da quelle del Codice degli Appalti e della stessa lex specialis, affermando che in questo modo sia più intuitivo e facile da utilizzare.

Consip ha chiamato “iniziative” gli strumenti di acquisizione, “bandi” i capitolati d’oneri, “invita tutti” il pulsante per non invitare nessuno, “percentuale al rialzo” il ribasso, “crea RdO” il pulsante per inserire nel carrello, “sorteggio” la rotazione e così via.

Ma le parole sono importanti, anche quando possono sembrare difficili ai non addetti ai lavori. Il MePA è riservato ai soli addetti ai lavori, e col nuovo Portale è sempre più semplice trovarsi ad eseguire una procedura illegittima. E la responsabilità è sempre solo dell’Ente Appaltante, come Consip ha scritto nelle regole del sistema di eProcurement.

Le novità non sono solo negli strumenti informatici ma anche nella disciplina del MePA. Non è più vero che sul MePA si possono acquistare soli beni e servizi afferenti alle cosiddette “schede tecniche” o “metaprodotti” indicati nei Capitolati Tecnici.

Con la nuova lex specialis pubblicata da Consip è legittimo - e dunque obbligatorio - acquistare beni e servizi ricompresi in qualsiasi codice CPV relativo ad ogni categoria merceologica del MePA. Se quindi in passato le categorie servivano solo ad organizzare il MePA, oggi definiscono il perimetro dei beni e servizi ivi appaltabili. Questa novità, nascosta in un paragrafo quasi invisibile dei Capitolati Tecnici del MePA estende moltissimo la quantità di beni e servizi che devono essere acquistati sul MePA tramite Richiesta di Offerta o Trattativa Diretta.

Il corso fornisce le competenze operative tecniche e giuridiche per utilizzare correttamente il MePA alla luce di tutte le novità.

La metodologia didattica prevede l’esercitazione su ogni argomento trattato accedendo alla piattaforma acquistinretepa.it e la possibilità per i partecipanti di usare un proprio notebook o tablet per eseguire in prima persona i passaggi chiave delle esercitazioni proposte dal docente. In tal caso i partecipanti dovranno dotarsi di un "powerbank" (carica batteria portatile), per la ricarica del proprio portatile.

Il corso sarà tenuto, a seconda della sede, dall'ing. Porzio o dall'ing. Della Marta. Formatori senior, dalla grande esperienza d'aula e di affiancamento alle Stazioni Appaltanti e agli operatori economici nell'utilizzo del MePA.

Ore 9.00 Registrazione

Ore 9.15 Avvio lavori

Come il MePA si colloca tra gli strumenti di acquisizione di Consip e di altre Centrali di Committenza

  • Caratteristiche di ogni strumento: Mercato Elettronico, Sistema Dinamico di Acquisizione, Accordo Quadro, Contratto Quadro/Convenzione.
  • Come scegliere lo strumento più opportuno in base all’oggetto dell’appalto ed ai fabbisogni.
  • Gli obblighi di utilizzo degli strumenti di acquisizione.
  • I vincoli di prezzo sugli appalti non in Convenzione Consip.
  • Conseguenze e sanzioni in caso di violazione degli obblighi.

Gli appalti che è consentito stipulare sul MePA

  • Le Categorie Merceologiche ed i relativi codici CPV.
  • I beni e i servizi che è legittimo acquistare, ai sensi dei Capitolati Tecnici.
  • La disciplina di dettaglio del MePA attraverso le Regole del Sistema di e-Procurement.
  • Le responsabilità di Consip e degli Enti nell’utilizzo del MePA.
  • Come riconoscere le offerte illegittime che si possono trovare nel Catalogo del MePA.
  • Come motivare la necessità di acquistare fuori dal Mercato Elettronico.
  • Le sentenze del TAR sul MePA: dalla 325/2014 del T.A.R. Marche a cui sfugge l’illegittimità di un appalto sul MePA alla 2715/2015 del T.A.R. Sicilia che rileva l’illegittimità di un appalto in relazione alla lex specialis del MePA.

Le regole che non ti hanno mai detto

  • La valutazione in ordine alle situazioni di cui all’art. 80, comma 5, lett. a) e c), D.Lgs. 50/2016 s.m.i., dichiarate dal Fornitore in sede di Abilitazione.
  • Il controllo circa la legittimità e lo svolgimento delle procedure di acquisto attuate dai Soggetti Aggiudicatori.
  • La responsabilità per danni causati dal mancato funzionamento del Sistema di e-Procurement.
  • La responsabilità circa l'esattezza, la veridicità, l'aggiornamento, la conformità alla normativa vigente del contenuto del Sito www.acquistinretepa.it
  • La responsabilità circa la conformità del Catalogo ai Capitolati d’Oneri, su correttezza, completezza o veridicità, sostanziale o formale.

Le novità per gli Enti nella procedura di abilitazione al MePA

  • Le dichiarazioni sulla capacità tecnico-economica rese dalle imprese in fase di abilitazione.
  • Le nuove dichiarazioni equivalenti a manifestazione di interesse.
  • I nuovi strumenti di selezione delle imprese disponibili per eseguire procedure negoziate.

Come eseguire le procedure di acquisto sul Mercato Elettronico (D. Lgs. 50/2016)

  • Gli strumenti telematici di acquisto e di negoziazione di cui all’art. 3 del Codice.
  • L’Affidamento Diretto realizzato tramite l’Ordine Diretto di Acquisto.
  • L’Affidamento Diretto realizzato tramite la Trattativa Diretta.
  • L’Affidamento Diretto realizzato tramite la Richiesta di Offerta.
  • La Procedura Negoziata realizzata mediante la Richiesta di Offerta.
  • La Procedura Aperta realizzata mediante la Richiesta di Offerta rivolta a tutte le Imprese.

I nuovi strumenti per consultare il catalogo

  • I nuovi strumenti per visualizzare le Offerte di beni e i servizi presenti nel Catalogo MePA.
  • La ricerca delle Offerte tramite il nuovo motore di ricerca con i filtri in base alle caratteristiche tecniche dell’oggetto dell’appalto.

Come eseguire l’Ordine Diretto di Acquisto

  • Come predisporre un Ordine Diretto.
  • I casi in cui un Ordine Diretto non è efficace: area di consegna, importo minimo di consegna, lotto minimo ordinabile, disponibilità minima garantita.
  • Il caso in cui un Fornitore può rifiutare un Ordine Diretto.
  • I termini contrattuali applicati agli Ordini Diretti.

Come eseguire la Trattativa Diretta

  • Le specifiche dei beni e dei servizi oggetto della Richiesta di Offerta.
  • La richiesta di documenti.
  • La scelta dell’Impresa da invitare.
  • La documentazione da allegare.
  • Predisposizione di una Trattativa Diretta.

Come impostare la Richiesta di Offerta

  • Le specifiche dei beni e dei servizi oggetto della Richiesta di Offerta.
  • I requisiti dei soggetti che possono partecipare.
  • La scelta dell’importo a base di gara.
  • I documenti da allegare alla Richiesta di Offerta.
  • La possibilità di derogare alle Condizioni Generali di Contratto.
  • La scelta del criterio di aggiudicazione.
  • La scelta dei criteri di valutazione delle Offerte.
  • La definizione dei requisiti tramite la “scheda tecnica” prevista dal sistema.
  • La definizione dei requisiti tramite un capitolato tecnico.
  • Le RdO semplificata a “riga unica”, apparentemente non più disponibile ma sempre possibile.
  • Come consentire l’invio di una Offerta Tecnica da parte dei Concorrenti.
  • Gli errori più comuni da evitare per lanciare una RdO esente da vizi.
  • Esempi di Richieste di Offerta viziate o illegittime presenti sul MePA.

Le RdO aggiudicate all’offerta economicamente più vantaggiosa

  • I criteri di valutazione “tabellari” (non discrezionali) per ridurre il rischio di contenzioso e velocizzare le attività di valutazione.
  • Come impostare criteri di valutazione “tabellari” eseguiti automaticamente dal MePA.
  • Come lasciare eventuali criteri di valutazione discrezionali.

I nuovi strumenti MePA per selezionare le Imprese da invitare alla RdO

  • L’indagine di mercato tramite la consultazione del Catalogo.
  • L’indagine di mercato tramite la consultazione degli elenchi di Operatori Economici abilitati: i criteri legittimi e quelli illegittimi proposti dal MePA.
  • La funzionalità “sorteggio”.

La fase di valutazione della Richiesta di Offerta

  • La nomina della Commissione Giudicatrice.
  • La verifica di anomalia.
  • La valutazione delle Offerte ricevute.
  • Come gestire il soccorso istruttorio.
  • L’aggiudicazione e la stipula del Contratto.
  • L’Imposta di Bollo.

Ore 17.00 chiusura lavori

Novità: la formazione continua oltre l'evento!

A tutti coloro i quali faranno pervenire la propria iscrizione in data antecedente di almeno 20 giorni dalla data prevista del singolo seminario (opzione "ci sarò"), Mediaconsult garantisce la grande opportunità di continuare la formazione per ulteriori 12 mesi, attraverso l'invio al proprio indirizzo mail, della rivista telematica MediAppalti, specializzata in materia di appalti pubblici.

L'organizzazione è lieta di offrire coffee break e colazione di lavoro.


Sedi del seminario


Costo
420,00 Euro + IVA (se dovuta)


Ulteriori benefit e promozioni
I benefit e le promozioni si applicano alla quota di partecipazione sulla base dei seguenti criteri:

  • i clienti Mediagraphic/Mediaconsult (sconto 10%);
  • le iscrizioni pervenute almeno 20 gg. prima della data prevista del seminario (sconto 20%) - (promozione non applicabile al corso ISIPM-Avanzato®);
  • ogni tre iscrizioni provenienti dallo stesso Ente, una è in omaggio (promozione non applicabile al corso ISIPM-Avanzato®) ;
  • i piccoli Comuni: offerta personalizzata. Contatti la segreteria.

La formazione in materia di appalti pubblici non è sottoposta ai tetti di spesa di cui all'art.6, comma 13 del D.L. 78/2010, qualora essa sia compresa nella formazione obbligatoria prevista nel piano triennale anticorruzione del singolo ente. In tale ipotesi, essa rientra nella fattispecie della formazione obbligatoria ai sensi della 190/2012.

MEDIACONSULT S.R.L.
Via Palmitessa, 40
76121 Barletta (BT)
tel. +39.0883.31.05.04
fax +39.0883.57.01.89

P.IVA e C. Fisc: 07189200723
Cap. Soc.: € 12.000,00 i.v.
REA: BA - 538906

info@mediaconsult.it