Appalti in Sardegna

Seminario

Speciale su Servizi e Forniture e aspetti particolari


Mediaconsult è provider del Consiglio Nazionale degli Ingegneri,
per cui il seminario è accreditabile su richiesta del partecipante

In attesa di accreditamento al Consiglio Nazionale Forense

Presentazione

La giornata di studio rientra nell'ambito del Master in: "Gli Appalti Pubblici in Sardegna", un ciclo di sette incontri che mira a fornire una preparazione estesa ed allo stesso tempo approfondita sui temi degli appalti pubblici, alla luce della normativa nazionale, della legge regionale e degli orientamenti giurisprudenziali.

Al fine di garantire continuità didattica si è scelto di far erogare l'intero percorso al Dott. Gianluca Rovelli, Magistrato TAR Sardegna, affidando la trattazione sull'utilizzo del MePA alla brillante ed operativa docenza dell'ing. Francesco Porzio.

E' fortemente consigliabile la partecipazione all'intero percorso, ma è possibile la partecipazione alle singole giornate.

Ore 9.00 Registrazione

Ore 9.15 Avvio lavori

LA PROGETTAZIONE DEI SERVIZI E DELLE FORNITURE

  • I livelli di progettazione.
  • I contenuti del progetto: la relazione tecnica illustrativa, i documenti afferenti la sicurezza nell’appalto, la stima dell’appalto ed i costi della sicurezza, il quadro economico complessivo, il capitolato descrittivo e prestazionale, lo schema di contratto, gli schemi di avviso per la pubblicità.
  • Soggetti competenti alla predisposizione del progetto.
  • Il concorso di progettazione dei servizi e forniture: soggetti e requisiti.
  • Le garanzie per i concorsi di progettazione dei servizi e forniture.
  • Le attività di validazione dei progetti di servizi e forniture: ambito oggettivo, soggetti competenti, il verbale di validazione, la responsabilità del soggetto validatore.

IL COSTO DEL PERSONALE NEL SETTORE DEI SERVIZI E DELLE FORNITURE

  • La determinazione del costo della manodopera.
  • La costruzione della base d’asta.
  • I contratti collettivi di riferimento.
  • Gli adempimenti degli operatori economici.
  • Il procedimento di verifica del costo del personale .
  • Rapporto con il procedimento di verifica della anomalia della offerta.
  • La clausola sociale.

PROCEDURE DI GARA

  • Procedure ordinarie e negoziate senza bando (riepilogo).
  • Tempi e modi di pubblicazione dei bandi di gara (riepilogo).
  • Tipologie di servizi elencate negli allegati al Codice: analisi delle diverse fattispecie di servizi con specificazione di casi concreti.
  • Differenze tra le diverse tipologie di servizi.
  • Principi applicabili agli appalti di servizi esclusi dall’applicazione del codice.

LA PROCEDURA DA SEGUIRE PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ESCLUSI DALL’APPLICAZIONE DEL CODICE

  • Il rispetto dei principi di cui all’art. 4 del Codice appalti.
  • La procedura di affidamento.
  • La scelta degli operatori da invitare.
  • Le forme di pubblicità per la scelta degli operatori.
  • L’affidamento degli incarichi legali: le Linee guida ANAC n. 12.

L’AFFIDAMENTO DI SERVIZI ALLE COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B) E LE FORME DI VOLONTARIATO - FOCUS

  • Esame della normativa.
  • La normativa regionale.
  • La convenzione e gli altri strumenti per l’affidamento diretto per appalti sottosoglia.
  • Il progetto di inserimento lavorativo.
  • Gli appalti sopra soglia.
  • La selezione delle Associazioni di volontariato.
  • La posizione dell’ANAC e l’analisi della giurisprudenza.

ESERCITAZIONE E SIMULAZIONI DI CASI IN AULA

ANALISI DELLA GIURISPRUDENZA

IL SUBAPPALTO NEI CONTRATTI DI SERVIZI E FORNITURE

  • L’obbligo di indicazione delle parti subappaltabili.
  • Le problematiche negli appalti di forniture e servizi.
  • L’autorizzazione al subappalto.
  • Il pagamento dei subappaltatori.
  • Differenza tra subappalto e subcontratto.

L’ESECUZIONE DEL CONTRATTO

  • La risoluzione del contratto per reati accertati e per la perdita delle iscrizioni necessarie allo svolgimento del servizio e fornitura.
  • Risoluzione del contratto per grave inadempimento, grave irregolarità e grave ritardo.
  • Provvedimenti in seguito alla risoluzione del contratto.
  • Obblighi in caso di risoluzione del contratto.
  • Procedure di affidamento in caso di fallimento dell’esecutore o risoluzione del contratto per grave inadempimento dell’esecutore.
  • Penali, premio di accelerazione, garanzie, danni e riconoscimenti a favore dei creditori.

IL DIRETTORE DELL’ESECUZIONE. IL D.M. 49/2018

  • Organo competente alla verifica del regolare andamento del contratto.
  • Casi di coincidenza con il RUP e casi in cui vi è la necessità di soggetti diversi.
  • La nomina degli assistenti del direttore dell’esecuzione.
  • La scelta di un soggetto esterno all’amministrazione: presupposti, requisiti, forme di affidamento.
  • Compiti del Direttore dell’esecuzione.

LE MODALITA’ DI ESECUZIONE DEL CONTRATTO

  • L’efficacia del contratto.
  • L’autorizzazione del RUP al direttore dell’esecuzione per l’avvio del contratto.
  • I casi di esecuzione d’urgenza: esame del provvedimento necessario a tal fine.
  • L’avvio dell’esecuzione ritardata del contratto per cause imputabili alla stazione appaltante: possibilità di richiesta di recesso dell’appaltatore, rimborso delle spese sostenute dallo stesso, responsabilità, mancata accettazione della domanda di recesso, compenso per maggiori oneri determinati dal ritardo, modalità di calcolo, casi in cui non è possibile non accogliere l’istanza di recesso dell’appaltatore.
  • L’avvio dell’esecuzione del contratto: il verbale di avvio dell’esecuzione del contratto, il contraddittorio con l’impresa.
  • La sospensione dell’esecuzione: il ruolo del direttore dell’esecuzione, il verbale di sospensione, il contraddittorio con l’impresa, la trasmissione al RUP per i provvedimenti di competenza, il verbale di ripresa del servizio.
  • L’ultimazione delle prestazioni: la redazione del relativo certificato, competenza in merito.

LE MODIFICHE IN CORSO DI ESECUZIONE DELLE PRESTAZIONI

  • Divieto di modifiche introdotte dall’esecutore.
  • Varianti introdotte dalla stazione appaltante: casi di ammissibilità, le varianti finalizzate al miglioramento delle prestazioni, limiti di importo, competenza alla loro approvazione, la documentazione necessaria per le varianti, le variazioni non sostanziali e l’obbligo di esecuzione.

LA CONTABILITA’ DELLE PRESTAZIONI E I PAGAMENTI

LE ATTIVITA’ DI VERIFICA DI CONFORMITA’ E ATTESTAZIONE DI REGOLARE ESECUZIONE

LE FORME DI CONTROLLO DEGLI APPALTI

Ore 16.30 chiusura lavori

Novità: la formazione continua oltre l'evento!

A tutti coloro i quali faranno pervenire la propria iscrizione in data antecedente di almeno 20 giorni dalla data prevista del singolo seminario (opzione "ci sarò"), Mediaconsult garantisce la grande opportunità di continuare la formazione per ulteriori 12 mesi, attraverso l'invio al proprio indirizzo mail, della rivista telematica MediAppalti, specializzata in materia di appalti pubblici.

L'organizzazione è lieta di offrire coffee break e colazione di lavoro.


Relatore

dott. Gianluca Rovelli, Magistrato TAR


Sedi del seminario


Costo
440,00 Euro + IVA (se dovuta)


Ulteriori benefit e promozioni
I benefit e le promozioni si applicano alla quota di partecipazione sulla base dei seguenti criteri:

  • i clienti Mediagraphic/Mediaconsult (sconto 10%) - (promozione non applicabile al Master sugli Appalti Pubblici in Sardegna);
  • le iscrizioni pervenute almeno 20 gg. prima della data prevista del seminario (sconto 20%) - (promozione non applicabile al corso ISIPM-Avanzato® e al Master sugli Appalti Pubblici in Sardegna);
  • ogni tre iscrizioni provenienti dallo stesso Ente, una è in omaggio (promozione non applicabile al corso ISIPM-Avanzato®) ;
  • i piccoli Comuni: offerta personalizzata. Contatti la segreteria.

La formazione in materia di appalti pubblici non è sottoposta ai tetti di spesa di cui all'art.6, comma 13 del D.L. 78/2010, qualora essa sia compresa nella formazione obbligatoria prevista nel piano triennale anticorruzione del singolo ente. In tale ipotesi, essa rientra nella fattispecie della formazione obbligatoria ai sensi della 190/2012.

MEDIACONSULT S.R.L.
Via Palmitessa, 40
76121 Barletta (BT)
tel. +39.0883.31.05.04
fax +39.0883.57.01.89

P.IVA e C. Fisc: 07189200723
Cap. Soc.: € 12.000,00 i.v.
REA: BA - 538906

info@mediaconsult.it