Contabilità e fiscalità

Seminario

Il piano economico e finanziario. Strumenti per una lettura critica e utile da parte delle Amministrazioni Pubbliche e Private


Mediaconsult è provider del Consiglio Nazionale degli Ingegneri,
per cui il seminario è accreditabile su richiesta del partecipante

In attesa di accreditamento al Consiglio Nazionale Forense

Presentazione

Il piano economico finanziario (PEF) è un documento tecnico che:

  • identifica in modo sintetico gli obiettivi assegnati al piano degli investimenti e della gestione;
  • misura l’efficacia delle regole nell’affrontare i rischi dell’iniziativa e della partnership;
  • rappresenta ex-ante il profilo temporale dei risultati economici che gli amministratori si impegnano a raggiungere.

Nel contesto, pertanto, di una Partnership Pubblico Privato, è da considerarsi un punto nodale su cui la Stazione Appaltante è chiamata a prestare molta attenzione prima di dare avvio a qualsiasi iniziativa, sia essa una grande opera o una mensa scolastica o un sistema di illuminazione.

Mediaconsult, partendo proprio da questa consapevolezza e al tempo stesso diffusa criticità, intende offrire agli attori in gioco (funzionari amministrativi, finanziari, tecnici, direttori generali, segretari comunali), delle chiavi di lettura del documento, degli strumenti di analisi, al fine di aiutarli ad individuare eventuali problematiche che, anche se nascoste da una eccellente rappresentazione dal punto di vista estetico del piano economico finanziario, genererebbero serie conseguenze in fase di gestione del progetto.

Tale lettura critica del documento avrebbe l'effetto di mettere in grado l'Amministrazione di leggere anticipatamente gli eventi e individuare le opportune azioni da porre in essere per evitarli o trasformarli, addirittura, in punti di ulteriore sviluppo per l'Amministrazione e la Partnership nel suo complesso.

Relatore dell'incontro è il Prof. Sergio Alessandrini, Professore universitario e autorevole professionista che affianca Enti Pubblici e Organizzazioni Private nella redazione e analisi dei piani e che ha collaborato, tra l'altro, con la Regione Emilia Romagna nella redazione delle linee guida per la predisposizione del piano economico e finanziario.

Ore 9.00 Registrazione

Ore 9.15 Avvio lavori

A che cosa serve e a chi serve?

  • Gli schemi contabili del piano economico finanziario; la logica valutativa previsionale, la coerenza e la congruità necessaria per verificare la convenienza a realizzare il progetto.
  • Identificazione, misurazione e analisi dei costi e dei ricavi.
  • Identificazione, analisi e confronto delle fonti di finanziamento.
  • Analisi della redditività.
  • Analisi della sostenibilità finanziaria.
  • Analisi della sensitività.

La struttura

  • Analisi e confronti dei modelli, schemi-tipo e dei manuali disponibili.
  • Applicabilità da parte delle amministrazioni di piccole e medie dimensioni.
  • Esemplificazioni di costruzione del PEF partendo dallo studio di fattibilità tecnica ed economica (servizi a domanda individuale, servizi pubblici senza rilevanza economica).

Modalità di costruzione

  • Elementi economici, finanziari e tecnici per redigerlo.
  • Origine dei dati (costi dell’investimento e i valori parametrici, costi operativi, ricavi tariffari, costi finanziari; dati desunti dalla contabilità finanziaria e traduzione in uno schema di contabilità economica).
  • Ipotesi e simulazione del modello gestionale; criteri di stima e di imputazione.
  • Origine e selezione dei dati di input.
  • Identificazione delle variabili critiche, definizione e misurazione degli indicatori di capacità del progetto (VAN, TIR, DSCR, LLCR, WACC).
  • Valutazione e determinazione del contributo per determinare l’equilibrio economico e finanziario.
  • I confronti intertemporali e il calcolo del valore netto scontato (attualizzazione).
  • Criteri e buone pratiche definite nelle linee Guida n. 9 ANAC del 28 marzo 2018.

Applicazioni ai modelli di PPP

  • Valutazione delle risorse e delle competenze.
  • Il trasferimento dei rischi e la valutazione (criteri, metodo, esemplificazioni).
  • Il value for money e il public sector comparator (PSC); tecniche di valutazione per la scelta (cenni).

Ore 17.00 chiusura lavori

Novità: la formazione continua oltre l'evento!

A tutti coloro i quali faranno pervenire la propria iscrizione in data antecedente di almeno 20 giorni dalla data prevista del singolo seminario (opzione "ci sarò"), Mediaconsult garantisce la grande opportunità di continuare la formazione per ulteriori 12 mesi, attraverso l'invio al proprio indirizzo mail, della rivista telematica MediAppalti, specializzata in materia di appalti pubblici.

L'organizzazione è lieta di offrire coffee break e colazione di lavoro.


Relatore

Prof. Sergio Alessandrini, Professore Universitario e consulente sui temi dell'economia, della finanza e degli investimenti


Sedi del seminario

  • 29 ottobre 2019
    Verona
  • 10 dicembre 2019
    Trieste

Costo
440,00 Euro + IVA (se dovuta)


Ulteriori benefit e promozioni
I benefit e le promozioni si applicano alla quota di partecipazione sulla base dei seguenti criteri:

  • i clienti Mediagraphic/Mediaconsult (sconto 10%) - (promozione non applicabile al Master sugli Appalti Pubblici in Italia);
  • le iscrizioni pervenute almeno 20 gg. prima della data prevista del seminario (sconto 20%) - (promozione non applicabile al corso ISIPM-Avanzato® e al Master sugli Appalti Pubblici in Italia);
  • ogni tre iscrizioni provenienti dallo stesso Ente, una è in omaggio (promozione non applicabile al corso ISIPM-Avanzato® e al Master sugli Appalti Pubblici in Italia) ;
  • i piccoli Comuni: offerta personalizzata. Contatti la segreteria.

La formazione in materia di appalti pubblici non è sottoposta ai tetti di spesa di cui all'art.6, comma 13 del D.L. 78/2010, qualora essa sia compresa nella formazione obbligatoria prevista nel piano triennale anticorruzione del singolo ente. In tale ipotesi, essa rientra nella fattispecie della formazione obbligatoria ai sensi della 190/2012.

Come cambiano i controlli interni con il d.l. 30.4.2019, n. 34 (d.l. “crescita”, conv. in l. n. 58/2019) e con la l 19.6.2019, n. 56, tesa a migliorare la concretezza degli interventi delle P.A.

Software e-Procurement per la Pubblica Amministrazione, Acquisti Telematici

MEDIACONSULT S.R.L.
Via Palmitessa, 40
76121 Barletta (BT)
tel. +39.0883.31.05.04
fax +39.0883.57.01.89

P.IVA e C. Fisc: 07189200723
Cap. Soc.: € 12.000,00 i.v.
REA: BA - 538906

info@mediaconsult.it