Appalti

Seminario

Il RUP: ruolo, profili operativi e di responsabilitÓ per la figura di coordinamento degli appalti pubblici. La giurisprudenza prevalente


Mediaconsult è provider del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, per cui il seminario è accreditabile su richiesta del partecipante

In fase di accreditamento al Consiglio Nazionale Forense

Presentazione

Le numerose modifiche che hanno interessato il Codice dei contratti pubblici non hanno inciso sostanzialmente sui profili organizzativi delle P.A: il RUP rimane la figura centrale del sistema, perché, al di là delle criticità che si sono manifestate fin dalla sua introduzione, è assolutamente evidente l’esigenza di coordinamento delle varie figure che partecipano alle procedure di acquisto di lavori, beni e servizi: progettisti, direttori dell’esecuzione del contratto, collaudatori e verificatori, ma anche responsabili dei servizi finanziari, advisor etc.

Il Seminario si propone di fare il punto della situazione non solo nell’ambito delle P.A., ma anche delle società con partecipazione pubblica e di tutti i soggetti privati tenuti all’applicazione delle disposizioni del Codice.

In base alle Linee guida 3 dell’ANAC e soprattutto della giurisprudenza del giudice amministrativo verranno approfonditi gli aspetti relativi non solo della figura professionale del RUP, ma soprattutto del suo ruolo nelle varie fasi della procedura, alla luce anche delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione negli appalti, con riferimento anche alle situazioni di conflitto di interessi.

Un’occasione, quindi, per segnalare anche la più recente giurisprudenza, in particolare del Consiglio di Stato, sulle fasi più complesse e controverse degli appalti pubblici.

Lo faremo con il dott. Claudio Galtieri, già Procuratore Generale della Corte dei Conti, con oltre quaranta anni di profonda conoscenza della macchina amministrativa.

Nell'ottica di una politica che ci vede da anni impegnati in progetti di sviluppo sostenibile e sposando appieno una politica di tutela dell'ambiente, Mediaconsult renderà i materiali didattici dei seminari disponibili in formato file prima dell'evento.

Per quei clienti che ne facessero esplicita richiesta in fase di iscrizione, si provvederà a fornirli in formato cartaceo.

Ore 9.00 Registrazione

Ore 9.15 Avvio lavori

Il quadro di riferimento

  • Ruolo e funzioni generali del Rup nell'art. 31 del d.lgs. n. 50/2016.
  • Le disposizioni specifiche del d.lgs. n. 50/2016 che individuano competenze e interventi del Rup nel processo di gestione dell'appalto.
  • Le linee-guida Anac n. 3 dopo la revisione 2017.
  • L’atto ANAC di segnalazione 26 marzo 2019 n. 5.
  • Il RUP e il BIM nel D.MIT n. 560 del 2017.

Il RUP nelle società con partecipazione pubblica

  • Il rilievo delle disposizioni sulla corporate governance.
  • La compatibilità tra l’accentramento delle funzioni nella figura del RUP delle pubbliche amministrazioni e il principio di separazione delle funzioni nella logica del D.lgs. n. 231 del 2001.
  • L’applicabilità delle disposizioni del D.Lgs. n. 50/2016 e delle linee-guida ANAC.
  • Rapporti del RUP con i soggetti apicali e con quelli sottoposti ad altrui direzione.

I requisiti del Rup e la sua nomina

  • I requisiti professionali e di esperienza del Rup per gli appalti di lavori pubblici.
  • I requisiti professionali e di esperienza del Rup per gli appalti di beni e servizi.
  • L'obbligo di formazione continua.
  • La nomina del Rup con provvedimento espresso e l'obbligo di accettazione dell'incarico.
  • Il Rup senza adeguati requisiti e l'individuazione degli assistenti.

Il ruolo del Rup nella gestione degli appalti

  • Ruolo e competenze del Rup in base al d.lgs. n. 50/2016 e alle Linee-guida Anac n. 3.
  • Il ruolo del RUP nella fase di programmazione.
  • Il ruolo del RUP nella fase di progettazione:
    • la progettazione interna ed esterna;
    • le ipotesi di ammissibilità della coincidenza tra RUP e progettista;
    • la partecipazione alla conferenza di servizi;
    • la verifica preventiva dell’interesse archeologico;
    • la verifica dei livelli di progettazione – le soglie - e la validazione.
  • Il ruolo del RUP nella fase di predisposizione della documentazione di gara: l’iter del procedimento, la proposta alla stazione appaltante delle modalità di selezione.
  • Le incompatibilità per il RUP in relazione alle attività nella fase di progettazione.
  • Il RUP nella fase di affidamento: il “governo” della procedura di gara.
  • La relazione tra RUP e Direttore dei Lavori: le comunicazioni nel caso di riserve e varianti.
  • La relazione (e le ipotesi di coincidenza) tra RUP e direttore della esecuzione.
  • Il controllo del RUP nella fase del Collaudo.
  • Le attività del RUP nel caso di:
    • avvalimento;
    • sospensione dei lavori o delle prestazioni;
    • modifiche del contratto;
    • varianti;
    • riserve;
    • risoluzione e recesso.

Il RuP nelle procedure di PPP

Le criticità relative alla figura del Rup nelle procedure di affidamento e di esecuzione dell'appalto

  • Le criticità relative al conflitto di interessi.
  • Le problematiche relative alle possibili incompatibilità del Rup, con particolare riferimento alla fase di affidamento.
  • Il Rup e la partecipazione alla Commissione giudicatrice nelle gare con l'OEPV.
  • Il Rup e la verifica delle offerte anormalmente basse.
  • L'intervento del Rup nella fase tra la proposta di aggiudicazione e l'efficacia dell'aggiudicazione.

Il RUP e gli incentivi tecnici

Il quadro delle responsabilità del Rup

  • La responsabilità complessiva rispetto al processo di gestione dell'appalto.
  • La responsabilità specifica in ordine alla validazione dei progetti.
  • Le responsabilità specifiche in relazione alla fase di affidamento.
  • L’accentuata responsabilità del RUP nella fase di esecuzione dell’appalto e la contestazione dei gravi inadempimenti.
  • Gli atti del RUP e gli obblighi di trasparenza.
  • Il RUP tra accesso ai documenti ed accesso civico agli atti della procedura contrattuale.
  • Il RUP e il rispetto delle misure del Piano di prevenzione della corruzione rapporto con il responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza.
  • La gestione della fase precontenziosa (autotutela, parere precontenzioso ad ANAC), giudiziale (giudice amministrativo/giudice civile) e susseguente (intervento successivo di ANAC ai sensi dell’art. 211, comma 2, D.Lgs. 50/2016 e Corte dei conti) ed individuazione degli specifici oneri rimessi alla competenza del RUP.
  • RUP ed osservanza del Codice etico.
  • Cenni sulla responsabilità del RUP: civile, penale, amministrativa, disciplinare e nei confronti dell’ANAC.

Ore 17.00 chiusura lavori

Novità: la formazione continua oltre l'evento!

A tutti coloro i quali faranno pervenire la propria iscrizione in data antecedente di almeno 20 giorni dalla data prevista del singolo seminario (opzione "ci sarò"), Mediaconsult garantisce la grande opportunità di continuare la formazione per ulteriori 12 mesi, attraverso l'invio al proprio indirizzo mail, della rivista telematica MediAppalti, specializzata in materia di appalti pubblici.

L'organizzazione è lieta di offrire coffee break e colazione di lavoro.


Sedi del seminario


Costo
450,00 Euro + IVA (se dovuta)


Ulteriori benefit e promozioni
I benefit e le promozioni si applicano alla quota di partecipazione sulla base dei seguenti criteri:

  • i clienti Mediagraphic/Mediaconsult (sconto 10%) - (promozione non applicabile al Master sugli Appalti Pubblici);
  • le iscrizioni pervenute almeno 20 gg. prima della data prevista del seminario (sconto 20%) - (promozione non applicabile al Master sugli Appalti Pubblici);
  • ogni tre iscrizioni provenienti dallo stesso Ente, una è in omaggio (promozione non applicabile al Master sugli Appalti Pubblici) ;
  • i piccoli Comuni: offerta personalizzata. Contatti la segreteria.
MEDIACONSULT S.R.L.
Via Palmitessa, 40
76121 Barletta (BT)
tel. +39.0883.31.05.04
fax +39.0883.57.01.89

P.IVA e C. Fisc: 07189200723
Cap. Soc.: € 12.000,00 i.v.
REA: BA - 538906

info@mediaconsult.it