Master appalti pubblici in Smart Learning

Seminario

Master: Gli Appalti pubblici in Italia in Smart Learning

Ciclo di incontri operativi sui temi degli appalti pubblici, alla luce delle ultime novitÓ normative.


Andiamo Oltre. Diamoci una prospettiva.

E' evidente che quello che sta accadendo, sta modificando radicalmente i comportamenti sociali di noi tutti, di certo per i prossimi mesi, forse per sempre.

Quando ci sentiremo sereni in un cinema? Ad una festa? Nell’abbracciare un amico? Difficile dirlo. Non possiamo non tenerne conto.

A fronte di questi cambiamenti, Mediaconsult sta adeguando i propri modelli organizzativi e di erogazione dei propri servizi.

Il master “Gli appalti pubblici in Italia”, che in un primo momento doveva realizzarsi in due edizioni a Torino e a Trieste, lo abbiamo trasformato in un percorso in “smart learning”: 12 incontri in diretta con il dottor Rovelli, l'Avv.Maceroni e l'Avv. Miniero, utilizzando una piattaforma intuitiva, con assistenza dai nostri uffici, con la possibilità di interagire, porre quesiti, ricevere risposte.

Gli incontri durano 3 ore ciascuno, dalle 10:00 alle 13:00.

Siamo consci che qualcosa si perda, è inutile nasconderlo, ma chiediamoci quali alternative abbiamo?

Sostanzialmente ne vediamo due.

La prima è quella di fermarsi, arrendersi, subire una situazione che ci sta fortemente mettendo in discussione come esseri umani, annientando la nostra socialità e intaccandoci anche come lavoratori che amano ciò che fanno.

La soluzione, pertanto, sarebbe quella di rimandare tutto per mesi, sine die.

La seconda, quella che ci piace, è quella di sperimentare soluzioni alternative, percorsi diversi, per arrivare allo stesso risultato che nella fattispecie consiste nel migliorarsi e nel continuare ad avere una prospettiva assolutamente positiva verso il futuro e verso il nostro lavoro.

Con la possibilità anche di interagire, e ritrovare relazioni con molti.

Noi non vogliamo né, tanto meno, possiamo star fermi, per mille motivi, legati sia all’esistenza e allo sviluppo aziendale sia alle forti motivazioni personali e professionali di ciascuno di noi.

Non vogliamo arrenderci a quello che sta accadendo e questo è il nostro modo di reagire.

Lo facciamo attraverso una proposta che rispetti la salute di tutti, ma che ci proietti comunque nel futuro, che ci dia prospettiva.

La professionalità poi, unita alle grandi doti comunicative, dei Relatori coinvolti, con cui abbiamo condiviso questa scelta, ci rende sereni nel ritenere assolutamente adeguato ciò che vi siamo proponendo.

Al fine di trasferire i minori costi aziendali in un vantaggio economico per i nostri clienti, abbiamo rivisto al ribasso i costi di iscrizione.

Inoltre, come ulteriore "benefit" per questa modalità, si sono aggiunte al programma tre sessioni pomeridiane di domande/risposte, della durata di circa un'ora, in cui i Relatori, risponderanno a tutti i quesiti che vorrete farci pervenire.

Ci auguriamo la proposta sia da voi positivamente accolta.

Andiamo Oltre. Diamoci una prospettiva.

Lo staff Mediaconsult.


Mediaconsult è provider del Consiglio Nazionale degli Ingegneri,
per cui il percorso formativo è accreditabile su richiesta del partecipante

In fase di accreditamento al Consiglio Nazionale Forense

Presentazione

L’obiettivo del percorso di alta formazione è quello di affrontare in maniera sistematica tutta la materia dei contratti pubblici.

La comprensione delle complesse tematiche oggi all’attenzione degli operatori passa attraverso tre fasi:

  1. L’acquisizione di concetti giuridici base senza i quali diventa impossibile comprendere i singoli istituti della contrattualistica pubblica.
  2. L’analisi non per settori, ma sistematica di tutta la materia, con particolare riguardo agli aspetti patologici (ciò che di frequente dà vita a contenzioso corrisponde, di massima, a criticità nella formulazione delle norme e a connesse difficoltà interpretative). Nel nostro percorso, infatti, solo l'ultima lezione prevede due focus distinti per servizi e forniture, e per Lavori Pubblici, con la possibilità per il partecipante di scegliere se partecipare ad una o ad entrambe le giornate.
  3. L’acquisizione di dimestichezza dal punto di vista pratico con tutti gli istituti più importanti anche mediante simulazione di fasi di gara e di modelli di provvedimento.

Programma

1^ Lezione - 7 e 8 maggio (ore: 10.00 - 13.00)

Inquadramento generale sulla contrattualistica pubblica: le basi per poter operare

Relatore: Magistrato TAR

Istituti di carattere generale

  • Il quadro normativo di riferimento; il Trattato UE, le Direttive.
  • Alcuni principi generali sulla contrattualistica pubblica.
  • Il Codice dei contratti pubblici e il decreto correttivo.
  • L’interazione tra Codice dei contratti e normativa anticorruzione.
  • I collegamenti tra norme anticorruzione e codice dei contratti.
  • Natura giuridica delle c.d. soft law.
  • Linee Guida vincolanti e non vincolanti (lo scenario dopo la riforma dello “sblocca cantieri”).
  • Codice dei contratti, legge sul procedimento amministrativo.
  • La gerarchia tra le fonti; i criteri di risoluzione delle antinomie.
  • Ambito oggettivo e soggettivo di applicazione del CODICE.
  • La struttura del Codice dei contratti.
  • Lo schema del nuovo regolamento generale sui contratti pubblici (le norme del nuovo regolamento saranno esaminate durante tutto il percorso formativo).

Alcune specificità

  • I contratti in tutto o in parte esclusi; la procedura da seguire per l’affidamento degli appalti esclusi dall’applicazione del codice.
  • Principi applicabili agli appalti di servizi esclusi dall’applicazione del codice.
  • Le disposizioni applicabili ai settori speciali.
  • Tipologie di servizi elencate negli allegati al Codice con specificazione di casi concreti.
  • I servizi culturali, le procedure per l’organizzazione di eventi.

Introduzione alla programmazione nella Contrattualistica Pubblica

  • La programmazione di lavori, servizi e forniture.
  • L’importanza della pianificazione.
  • L’obbligo di programmazione in base al D.Lvo n. 50/16 e smi.
  • La rilevazione delle esigenze dell’ente su base annuale e per tipologia di servizi e beni.

Prime annotazioni sul ruolo dell’ANAC

  • Il ruolo dell’ANAC e i poteri previsti dall’art. 213.
  • Il precontenzioso attuato presso l’Autorità.
  • I nuovi regolamenti ANAC.

2^ Lezione - 20 e 21 maggio (ore: 10.00 - 13.00)

Relatore: Avv. Laura Maceroni

I protagonisti del procedimento di gara alle prese con i problemi pratici: le fasi patologiche, le responsabilità. La correzione di eventuali errori. Il difficile ruolo del RUP

  • Le fasi della gara: determinazione a contrarre, poteri del RUP, poteri del seggio di gara, poteri della Commissione, proposta di aggiudicazione, aggiudicazione definitiva, aggiudicazione efficace, stand still, comunicazioni alle ditte, forme di trasparenza.
  • Il c.d. “rifiuto di aggiudicazione”.
  • La responsabilità precontrattuale della p.a. alla luce della recente posizione della Adunanza Plenaria.
  • L’accesso agli atti gara: le ipotesi di differimento e di diniego, forme e termini per accedere agli atti, responsabile del procedimento di accesso, relazione con la normativa in tema di accesso.
  • L’accesso civico nei contratti pubblici; il contrasto giurisprudenziale e la rimessione all’Adunanza Plenaria.
  • L’autotutela negli appalti: annullamento d’ufficio e revoca.
  • La Linea Guida n. 3; le disposizioni specifiche contenute nello schema di regolamento.

Focus

  • Il RUP: funzioni e compiti. Il RUP negli acquisti tramite centrali di committenza.
  • I soggetti di cui si avvale il responsabile del procedimento.
  • La responsabilità del RUP.
  • Le “cinque responsabilità” del pubblico dipendente.
  • Analisi delle più comuni fattispecie di reato: l’abuso d’ufficio, la turbata libertà degli incanti, la turbata libertà di scelta del contraente; analisi della giurisprudenza della cassazione penale.
  • Conflitto di interessi ed obbligo di astensione: analisi della giurisprudenza. Le Linee guida Anac.

I soggetti a cui possono essere affidati i Contratti Pubblici

  • Il concetto di operatore economico secondo la Corte di Giustizia; Le imprese.
  • Le associazioni temporanee di impresa; raggruppamenti di tipo verticale e orizzontale.
  • I consorzi stabili ed ordinari.
  • Requisiti da dimostrare e documentazione da produrre nelle diverse fattispecie.
  • Le modificazioni soggettive dei concorrenti.

I requisiti per la partecipazione alle gare

  • Differenze tra requisiti di partecipazione e criteri di valutazione delle offerte: i requisiti di ordine generale.
  • La capacità economico – finanziaria.
  • La capacità tecnica professionale.
  • Le iscrizioni negli Albi professionali per le diverse tipologie di servizio.
  • L’avvalimento dei requisiti: dichiarazioni da produrre in sede di gara, effettiva documentazione del possesso dei requisiti, la responsabilità solidale tra le aziende, l’esecuzione del contratto in caso di avvalimento. Analisi compiuta di tutta la casistica giurisprudenziale.
  • Avvalimento operativo e di garanzia: simulazione di casi.
  • Il DGUE.

Il Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC)

  • Esame della normativa di riferimento.
  • La verifica dei documenti e la loro validità.
  • La validità del documento.
  • Gli adempimenti in caso di documento che segnali irregolarità contributive.

I rischi da interferenze

  • I Costi per sicurezza nei contratti di lavori servizi e forniture.
  • La manodopera.
  • I contrasti in giurisprudenza e la recente soluzione della Corte di Giustizia UE.

Le procedure di aggiudicazione a livello nazionale e comunitario

  • Prezzo più basso e offerta economicamente più vantaggiosa; l’attuale assetto normativo.
  • Procedure aperte, procedure ristrette, procedura competitiva con negoziazione, procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando.
  • Le nuove modalità di gara previste nel codice degli appalti: dialogo competitivo, accordo quadro, sistemi dinamici di acquisizione, centrali di committenza, cataloghi elettronici, parternariato per l’innovazione.

Focus: La procedura negoziata senza previa pubblicazione di bando

Focus: L’urgenza di provvedere

Focus: Il concetto di prestazione infungibile e le Linee guida ANAC N. 8


3^ Lezione - 4 e 12 giugno (ore: 10.00 - 13.00)

La compiuta analisi degli appalti sotto soglia

Relatore: Avv. Vittorio Miniero

Il sistema delineato dal Codice e dalle linee guida ANAC, l'elaborazione della Giurisprudenza, La riforma dell'art. 36 del Codice ad opera della legge di conversione del d.l. “sblocca cantieri”

  • Analisi della normativa di riferimento.
  • I principi che presidiano gli appalti sotto soglia comunitaria.
  • Le rinnovate fasce di importo per le varie procedura di scelta del contraente (affidamento diretto, affidamento diretto previa consultazione, procedura negoziata, procedura aperta).
  • I requisiti di partecipazione.
  • La valutazione della congruità e dell’anomalia sotto soglia.
  • Il rinnovato sistema dei controlli.
  • Quando si applica il criterio del minor prezzo o quello del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.
  • La cd. inversione procedimentale nella disamina della documentazione di gara.
  • La rotazione degli inviti e degli affidamenti: la posizione più recente della giurisprudenza.
  • Gli affidamenti diretti (o semplificati?)
  • La scelta degli operatori da invitare alle procedure.
  • Le verifiche dei requisiti.
  • Analisi delle linee guida Anac n. 4 sul tema dopo la revisione; interazione tra le linee guida e il nuovo art. 36 come introdotto dalla legge di conversione del d.l. sblocca cantieri (ruolo delle linee guida in attesa del nuovo regolamento).

4^ Lezione - 15 e 16 giugno (ore: 10.00 - 13.00)

Come si fa una gara? quali gli errori da evitare? Come si conducono sub procedimenti complessi come le verifiche di anomalia? Quali sono i compiti e le responsabilità nella fase esecutiva?

Relatore: Relatore: Magistrato TAR

La regolamentazione degli acquisti a livello di singola Pubblica Amministrazione

  • Ambito oggettivo e soggettivo.
  • Forme della procedura.
  • Limiti di applicazione.
  • Collaudi e modalità di pagamento.
  • La scelta degli operatori economici da invitare.
  • Indagini di mercato, sorteggi, elenco operatori.

I criteri di aggiudicazione e l’anomalia delle offerte

  • Il prezzo più basso.
  • L’offerta economicamente più vantaggiosa ed analisi delle indicazioni fornite dall’ANAC.
  • FOCUS simulazione in aula su questioni particolari: metodo aggregativo compensatore – doppia riparametrazione - confronto a coppie.
  • La Commissione di gara: casi in cui necessita, modalità di scelta dei commissari, nomina, forme di pubblicità; tutte le novità (aggiornamento in tempo reale).
  • Le modalità di attribuzione dei punteggi per la qualità del progetto di servizio: simulazione casi concreti nei servizi alla persona.
  • L’anomalia dell’offerta: modalità di determinazione al prezzo più basso ed all’offerta economicamente più vantaggiosa, esame delle diverse tipologie di anomalia, il contraddittorio con l’impresa, l’esclusione dalla gara, le ipotesi di esclusione automatica (FOCUS e simulazione di casi).
  • Oneri di sicurezza e principio di invarianza della soglia.

La stipulazione del contratto

  • Termine per la stipula.
  • Forma del contratto.
  • L’efficacia del contratto.
  • Termine dilatorio per la firma.
  • Casi di esecuzione d’urgenza.
  • L’accordo bonario.
  • Il concetto di transazione.
  • L’inefficacia del contratto.

Simulazione di una procedura di gara con particolare riferimento alle seguenti fasi

  • Le fasi delle procedura di gara: costituzione seggio di gara o commissione, apertura delle operazioni di gara: fasi preliminari, ammissione dei rappresentanti delle ditte, verifica documentazione amministrativa di gara: apertura buste, verifica documentazione con evidenziazione peculiarità dei documenti, ammissioni definitive, verbalizzazione, apertura buste contenenti offerta economica: calcolo anomalia offerte, modalità di verifica anomalia, contraddittorio con impresa, esclusioni per anomalia, verbalizzazione.
  • Differenze procedurali in gara con criterio offerta economicamente più vantaggiosa: valutazione progetto di fornitura e servizi, attribuzioni punteggi, calcolo anomalia offerta e verifica anomalia.
  • Differenze procedurali tra procedure aperte e procedure negoziate.

Focus: L’appalto integrato

Focus: Appalti misti lavori - forniture


5^ Lezione - 24 e 25 giugno (ore: 10.00 - 13.00)

Speciale su servizi e forniture e aspetti particolari

Relatore: Avv. Vittorio Miniero

La progettazione dei servizi e delle forniture

  • I livelli di progettazione.
  • I contenuti del progetto.
  • Soggetti competenti alla predisposizione del progetto.
  • Il concorso di progettazione dei servizi e forniture: soggetti e requisiti.
  • Le garanzie per i concorsi di progettazione dei servizi e forniture.
  • Le attività di validazione dei progetti di servizi e forniture: ambito oggettivo, soggetti competenti, il verbale di validazione, la responsabilità del soggetto validatore.

Il costo del personale nel settore dei servizi e delle forniture

  • La determinazione del costo della manodopera.
  • La costruzione della base d’asta.
  • I contratti collettivi di riferimento.
  • Gli adempimenti degli operatori economici.
  • Il procedimento di verifica del costo del personale.
  • Rapporto con il procedimento di verifica della anomalia della offerta.
  • La clausola sociale.

Procedure di Gara

  • Procedure ordinarie e negoziate senza bando (riepilogo).
  • Tempi e modi di pubblicazione dei bandi di gara (riepilogo).
  • Tipologie di servizi elencate negli allegati al Codice: analisi delle diverse fattispecie di servizi con specificazione di casi concreti.
  • Differenze tra le diverse tipologie di servizi.
  • Principi applicabili agli appalti di servizi esclusi dall’applicazione del codice.

La procedura da seguire per l’affidamento dei servizi esclusi dall’applicazione del Codice

  • Il rispetto dei principi di cui all’art. 4 del Codice appalti.
  • La procedura di affidamento.
  • La scelta degli operatori da invitare.
  • Le forme di pubblicità per la scelta degli operatori
  • L’affidamento degli incarichi legali: le Linee guida ANAC n. 12.

L’affidamento di servizi alle cooperative sociali di tipo b) e le forme di volontariato - Focus

  • Esame della normativa.
  • La convenzione e gli altri strumenti per l’affidamento diretto per appalti sottosoglia.
  • Il progetto di inserimento lavorativo.
  • Gli appalti sopra soglia.
  • La selezione delle Associazioni di volontariato.
  • La posizione dell’ANAC e l’analisi della giurisprudenza.

Esercitazione e simulazioni di casi in aula

Analisi della giurisprudenza

Il subappalto nei contratti di servizi e forniture

  • Le problematiche negli appalti di forniture e servizi.
  • L’autorizzazione al subappalto. Il “caso Italia”; le pronunce della Corte di Giustizia.
  • Il pagamento dei subappaltatori.
  • Differenza tra subappalto e subcontratto.

L’esecuzione del contratto

  • La risoluzione del contratto per reati accertati e per la perdita delle iscrizioni necessarie allo svolgimento del servizio e fornitura.
  • Risoluzione del contratto per grave inadempimento, grave irregolarità e grave ritardo.
  • Provvedimenti in seguito alla risoluzione del contratto.
  • Obblighi in caso di risoluzione del contratto.
  • Procedure di affidamento in caso di fallimento dell’esecutore o risoluzione del contratto per grave inadempimento dell’esecutore.
  • Penali, premio di accelerazione, garanzie, danni e riconoscimenti a favore dei creditori.

Il direttore dell’esecuzione. Il D.M. 49/2018

  • Organo competente alla verifica del regolare andamento del contratto.
  • Casi di coincidenza con il RUP e casi in cui vi è la necessità di soggetti diversi.
  • La nomina degli assistenti del direttore dell’esecuzione.
  • La scelta di un soggetto esterno all’amministrazione: presupposti, requisiti, forme di affidamento.
  • Compiti del Direttore dell’esecuzione.

Le modalità di esecuzione del contratto

  • L’efficacia del contratto.
  • L’autorizzazione del RUP al direttore dell’esecuzione per l’avvio del contratto.
  • I casi di esecuzione d’urgenza: esame del provvedimento necessario a tal fine.
  • L’avvio dell’esecuzione ritardata del contratto per cause imputabili alla stazione appaltante: possibilità di richiesta di recesso dell’appaltatore, rimborso delle spese sostenute dallo stesso, responsabilità, mancata accettazione della domanda di recesso, compenso per maggiori oneri determinati dal ritardo, modalità di calcolo, casi in cui non è possibile non accogliere l’istanza di recesso dell’appaltatore.
  • L’avvio dell’esecuzione del contratto: il verbale di avvio dell’esecuzione del contratto, il contraddittorio con l’impresa.
  • La sospensione dell’esecuzione: il ruolo del direttore dell’esecuzione, il verbale di sospensione, il contraddittorio con l’impresa, la trasmissione al RUP per i provvedimenti di competenza, il verbale di ripresa del servizio.
  • L’ultimazione delle prestazioni: la redazione del relativo certificato, competenza in merito.

Le modifiche in corso di esecuzione delle prestazioni

  • Divieto di modifiche introdotte dall’esecutore.
  • Varianti introdotte dalla stazione appaltante: casi di ammissibilità, le varianti finalizzate al miglioramento delle prestazioni, limiti di importo, competenza alla loro approvazione, la documentazione necessaria per le varianti, le variazioni non sostanziali e l’obbligo di esecuzione.

La contabilità delle prestazioni e i pagamenti

Le attività di verifica di conformità e attestazione di regolare esecuzione

Le forme di controllo degli appalti


6^ Lezione - 2 e 3 luglio (ore: 10.00 - 13.00)

Speciale su lavori pubblici e aspetti particolari

Relatore: Avv. Laura Maceroni

La progettazione nei lavori

  • La progettazione nel settore dei lavori pubblici.
  • I livelli di progettazione: le previsioni del dlgs 50/2016.
  • Gli atti necessari per la programmazione nel settore dei lavori pubblici.
  • La gestione della gara per la progettazione.
  • Le procedure di aggiudicazione dopo il correttivo.
  • I criteri per la selezione delle offerte.
  • Il subappalto delle prestazioni.
  • La scelta del direttore dei lavori.

Il costo del personale nel settore dei lavori pubblici

  • La determinazione del costo della manodopera.
  • La costruzione della base d’asta.
  • I decreti ministeriali.
  • I contratti collettivi di riferimento.
  • Il prezzario regionale.
  • Gli adempimenti degli operatori economici.
  • Il procedimento di verifica del costo del personale.
  • Rapporto con il procedimento di verifica della anomalia della offerta.

La verifica e la validazione dei progetti

  • L’attività di verifica dei progetti: tempi, modi e soggetti incaricati.
  • L’oggetto della verifica ed i relativi principi.
  • La scelta del soggetto incaricato della verifica: verifica interna ed esterna.
  • La verifica esterna: la gara per l’affidamento.
  • La verifica interna: presupposti, certificazioni ed importi.
  • La responsabilità del soggetto incaricato della verifica/rapporti con il progettista ed il responsabile del procedimento.
  • La validazione e le responsabilità del RUP.

La qualificazione degli operatori economici

  • La qualificazione negli appalti di importo inferiore a 150.000.
  • Il sistema della attestazioni SOA.
  • Gli operatori che possono partecipare alle gare e le peculiarità in tema di qualificazione.
  • Le indicazioni degli operatori economici in sede di gara.

Procedure di gara

  • Procedure ordinarie e negoziate senza bando (riepilogo).
  • Tempi e modi di pubblicazione dei bandi di gara (riepilogo).
  • L’appalto integrato dopo il decreto correttivo.

Focus operativo sull’accordo quadro nelle manutenzioni

  • L’accordo quadro.
  • La gestione delle manutenzioni ordinarie e straordinarie.
  • Iter per la costruzione di un accordo quadro: completo, semi completo e misto; le novità.
  • La qualificazione degli operatori economici.
  • Le garanzie da presentare.
  • La stipulazione dei contratti di appalto derivati dall’accordo quadro; il confronto competitivo ovvero l’affidamento senza riapertura della competizione.
  • La gestione della fase esecutiva.
  • La questione relativa alla sicurezza sui luoghi di lavoro.
  • Esemplificazioni pratiche: il disciplinare ed il capitolato per l’affidamento di un accordo quadro.

Strumenti e soggetti per la gestione della fase esecutiva

  • Responsabile Unico del procedimento.
  • Direttore dei lavori e ufficio di direzione.
  • Il collaudatore.
  • Regime delle rispettive responsabilità.

Il subappalto nel settore dei lavori pubblici

  • Le peculiarità del subappalto nel settore dei lavori pubblici.
  • L’autorizzazione al subappalto; la giurisprudenza della Corte di Giustizia.
  • La gestione dei pagamenti ai subappaltatori.
  • La contabilità delle prestazioni in subappalto.
  • Il pagamento dei subappaltatori.

Le modifiche e le varianti ai contratti nel settore dei lavori pubblici

  • Le modifiche in fase di esecuzione.
  • Le varianti.
  • Gli errori progettuali e relativa gestione.
  • La responsabilità del RUP.
  • Gli atti da adottare per la gestione delle varianti.

La gestione della fase esecutiva

  • Gli atti amministrativi e contabili per la gestione del contratto.
  • Le riserve e l’accordo bonario.
  • La sospensione, le forme di risarcimento del danno per illegittima protrazione della sospensione.
  • Le proroghe dei termini per l’esecuzione.
  • Il regime delle penali.

Il collaudo dell’opera pubblica

  • Collaudo e certificato di regolare esecuzione.
  • Tempi e procedimento.
  • Effetti del decorso dei tempi di collaudo, accettazione dell’opera e decadenze.
  • La gestione in fase di collaudo dell’opera difforme.
  • L’albo dei collaudatori e la scelta del collaudatore nel regime transitorio.

Il contenzioso e l’accordo bonario


La quota comprende l’accesso alla piattaforma e il materiale didattico che viene inviato prima dell’avvio dei lavori.
In omaggio i successivi 3 numeri della rivista telematica MediAppalti (www.mediappalti.it)

In caso di iscrizioni pervenute almeno 20 gg. prima della data prevista del corso Mediaconsult garantisce la grande opportunità di continuare la formazione per ulteriori 12 mesi attraverso l'invio, al proprio indirizzo mail, della rivista telematica MediAppalti, specializzata in materia di appalti pubblici.

COSA SERVE

Qualche giorno prima degli incontri saranno fornite le credenziali per accedere alla nostra piattaforma di formazione a distanza.

Per il partecipante è indispensabile dotarsi solo di:

  • un collegamento internet veloce;
  • casse o cuffie.

Requisiti di sistema: Piattaforma GoToWebinar

Per qualsiasi informazione o dubbi di natura tecnica contattare la segreteria organizzativa.


Relatore


Sedi del seminario

  • 07 maggio 2020, 08 maggio 2020, 20 maggio 2020, 21 maggio 2020, 04 giugno 2020, 12 giugno 2020, 15 giugno 2020, 16 giugno 2020, 24 giugno 2020, 25 giugno 2020, 02 luglio 2020 e 03 luglio 2020
    Formazione a distanza ore: 10.00 - 13.00

Costo
1 760,00 Euro + IVA (se dovuta)


Ulteriori benefit e promozioni
I benefit e le promozioni si applicano alla quota di partecipazione sulla base dei seguenti criteri:

  • i clienti Mediagraphic/Mediaconsult (sconto 10%) - (promozione non applicabile al Master sugli Appalti Pubblici);
  • le iscrizioni pervenute almeno 20 gg. prima della data prevista del seminario (sconto 20%) - (promozione non applicabile al Master sugli Appalti Pubblici);
  • ogni tre iscrizioni provenienti dallo stesso Ente, una è in omaggio (promozione non applicabile al Master sugli Appalti Pubblici) ;
  • i piccoli Comuni: offerta personalizzata. Contatti la segreteria.
Ciclo di incontri operativi sui temi degli appalti pubblici, alla luce della legge regionale e delle ultime novitÓ normative.

Software e-Procurement per la Pubblica Amministrazione, Acquisti Telematici

MEDIACONSULT S.R.L.
Via Palmitessa, 40
76121 Barletta (BT)
tel. +39.0883.31.05.04
fax +39.0883.57.01.89

P.IVA e C. Fisc: 07189200723
Cap. Soc.: € 12.000,00 i.v.
REA: BA - 538906

info@mediaconsult.it