Gli Appalti in Smart Learning

Seminario

Partenariato pubblico privato e concessioni per il finanziamento la costruzione e la gestione di opere destinate all'utilizzo pubblico


Presentazione

Valorizzare l'apporto del privato per incentivare la crescita tramite gli investimenti mai come ora rappresenta una scelta necessitata: in questo senso si muove, da ultimo, anche il decreto semplificazioni (n.76/2020) che, anche nel testo convertito in legge (11 settembre 2020, n.120) conferma le modifiche all'articolo 183, comma 15, che abilitano i privati a proporre PPP anche per opere incluse in programmazione, aggiungendo previsioni volte a favorirne l'utilizzo nel campo delle prestazioni energetiche degli edifici pubblici e dei i beni culturali.

L'Europa, del resto, ha da tempo elaborato lo strumento del Partenariato Pubblico Privato, che peraltro contribuisce a selezionare in modo virtuoso gli investimenti da realizzare.

Il presente corso intende dare conto delle più recenti modifiche in materia, anche conseguenti all'intera portata della disciplina emergenziale, contribuendo all'implementazione di uno schema di intervento che, spesso, rappresenta il modo più efficace ed efficiente per rendere ai cittadini servizi legati alla realizzazione degli investimenti, ottimizzando l'uso delle risorse disponibili.

Lo faremo, con il consueto taglio pratico, con l’avv. Stefano de Marinis, amministrativista e consulente sul tema per amministrazioni e operatori economici.

Il Partenariato Pubblico Privato

  • Nozione,finalità,caratteristiche.
  • Diversi schemi contrattuali, tipici ed atipici.
  • PPP e concessioni.
  • Le indicazioni comunitarie.
  • Ambiti di (residua ?) applicabilità della linea guida ANAC n.9.

L'evidenza pubblica nella scelta del partner privato e la sua qualificazione

  • Procedure ad iniziativa della parte pubblica.
  • Procedure ad iniziative della parte privata (le modifiche apportate dal DL 76/2020).
  • Le ulteriori modifiche apportate dal decreto semplificazioni, nel testo convertito con legge 120/2020.

La gestione dei rapporti a valle

Il trasferimento dei rischi in capo al privato come elemento qualificante

  • Le tipologie di rischio.
  • Rischi in capo all'amministrazione committente e rischi da trasferire.
  • Il contratto tipo elaborato dal MEF gli effetti ai fini classificatori nel quadro della spesa pubblica e dell'indebitamento.

Fonti di finanziamento (pluralità e loro combinazione)

  • Le risorse pubbliche (prezzo, garanzie, conferimento di asset).
  • Le risorse private (capitale di rischio, prestito).
  • L'eleggibilità dell'investimento per il finanziamento privato.

Il Piano economico finanziario

  • La sostenibilità del PEF.
  • Gli indicatori di sostenibilità.
  • La revisione del PEF.
  • Il molteplice ruolo delle banche.
  • Il closing finanziario e le relative tempistiche.

Strumenti per l'esecuzione del contratto

  • La società di progetto e gli istituti tipici: caratteristiche e disciplina; la limitazione dei rischi (il ring fence).
  • Emissione di obbligazioni da parte dela società di progetto.
  • Lo sviluppo della progettazione e l'esecuzione dei lavori.
  • La gestione del servizio e la manutenzione delle opere.
  • Il conflitto d'interessi tra privato finanziatore ed esecutore delle prestazioni.
  • Il subappalto nelle concessioni.
  • Il regime per l'affidamento di prestazioni a terzi.
  • Il rapporto impresa di costruzione - società di leasing.
  • Pagamento di contributi e canoni: il pagamento dell’infrastruttura.

Situazioni modificative e risolutive del contratto di PPP

  • Il subentro (lo step in).
  • La risoluzione per inadempimento e il recesso.
  • Risarcimenti ed indennizzi: casistiche e modalità di determinazione dei corrispettivi.
  • La non interruzione del servizio.
  • Il privilegio dei soggetti finanziatori sui crediti dell'affidatario del contratto di PPP.

La quota comprende l’accesso alla piattaforma e il materiale didattico che viene inviato prima dell’avvio dei lavori.
In omaggio i successivi 3 numeri della rivista telematica MediAppalti (www.mediappalti.it)

In caso di iscrizioni pervenute almeno 20 gg. prima della data prevista del corso Mediaconsult garantisce la grande opportunità di continuare la formazione per ulteriori 12 mesi attraverso l'invio, al proprio indirizzo mail, della rivista telematica MediAppalti, specializzata in materia di appalti pubblici.

COSA SERVE

Qualche giorno prima degli incontri saranno fornite le credenziali per accedere alla nostra piattaforma di formazione a distanza.

Per il partecipante è indispensabile dotarsi solo di:

  • un collegamento internet veloce;
  • casse o cuffie.

Requisiti di sistema: Piattaforma GoToWebinar

Per qualsiasi informazione o dubbi di natura tecnica contattare la segreteria organizzativa.


Relatore

Avv. Stefano de Marinis, Avvocato cassazionista


Sedi del seminario

  • 11 novembre 2020 e 12 novembre 2020
    Formazione a distanza ore: 09.30 - 13.30

Costo
400,00 Euro + IVA (se dovuta)