Gli Appalti in Smart Learning

Seminario

Il funzionamento delle banche dati e gli adempimenti obbligatori connessi all'aggiudicazione di un appalto: A.N.AC., M.E.F. e M.I.T.


Presentazione

La disciplina dei contratti pubblici è particolarmente complessa e gravata da una molteplicità di adempimenti obbligatori che, spesso, travalicano la mera rilevanza formale.

Nei due webinar si offre un supporto tecnico operativo che consente ai partecipanti di risolvere i dubbi legati alla gestione degli adempimenti – anche di pubblicità e trasparenza - in itinere e successivi all’aggiudicazione di una gara.

Partendo dalla richiesta del CIG, alle pubblicazioni ex art. 29 del D. Lgs. n. 50/20156, sino agli adempimenti telematici post-aggiudicazione previsti dal Codice dei Contratti Pubblici tramite gli Osservatori regionali e/o centrale, passando attraverso la Legge n. 229/2011 sul Monitoraggio delle Opere Pubbliche e gli ulteriori obblighi di trasmissione delle informazioni e degli atti, tramite il nuovo SCPSA.

Il webinar sarà tenuto dall’avv. Massimo Rizzi, esperto in appalti e componente dello staff di consulenti Mediaconsult per le attività di supporto tecnico amministrativo ai RUP.

1a GIORNATA

La richiesta, la gestione del CIG nella fase iniziale e le verifiche dei requisiti sull’aggiudicatario, anche tramite AVCPASS

  • Il perimetro normativo e applicativo, lo scopo ed il funzionamento del CIG, con le diverse tipologie.
  • Le indicazioni operative per il rilascio e il perfezionamento del CIG: tempistiche di acquisizione, modalità e tempistiche di perfezionamento.
  • La Delibera n.1 dell'11 Gennaio 2017: l'inadempimento del RUP all’obbligo di perfezionamento, la cancellazione del CIG e le sanzioni connesse.
  • I limiti alle modifiche del CIG e dello SmartCIG.
  • La gestione del CIG nei casi di proroghe, rinnovi, varianti e quinto d’obbligo.
  • Le verifiche dei requisiti sull’aggiudicatario attraverso le disposizioni degli articoli 80 e seguenti del D. Lgs. n. 50/2016 e le Linee Guida ANAC.
  • Il Sistema AVCPass. La richiesta del Codice Identificativo della Gara nel sistema SIMOG e la fase di “gestione dei requisiti”. La documentazione da richiedere per ciò che concerne i requisiti di partecipazione dichiarati e l’individuazione dei soggetti nei cui confronti non debbano ricorrere le cause di esclusione.

2a GIORNATA

La trasmissione dei dati degli appalti aggiudicati alla Banca Dati Nazionale dei Contratti Pubblici (gestita da A.N.AC.)

Si approfondirà la normativa vigente relativa alla trasmissione dei dati sull'aggiudicazione degli appalti all'Osservatorio Centrale e le relative istruzioni operative:

  • Le modalità di trasmissione dei dati inerenti l'intero ciclo di vita dell'appalto per i contratti di lavori, servizi e forniture, di importo superiore a 40.000, nei settori ordinari e nei settori speciali.
  • I Comunicati dell’Autorità e la trasmissione dei dati e delle informazioni alla Banca Dati Nazionale dei Contratti Pubblici detenuta dall’A.N.AC.
  • L’analisi delle diverse FASI contrattuali e la trasmissione delle relative schede.
  • Le schede per la trasmissione delle varianti ed i moduli per le modificazioni contrattuali previste dall’art. 106 del D. Lgs. n. 50/2016.

Il monitoraggio delle opere pubbliche tramite la Banca Dati Amministrazioni Pubbliche (gestita dal M.E.F.), ai sensi del D. Lgs. n. 229/2011

Verranno specificate le competenze tecniche per la trasmissione dei dati e delle informazioni sui cicli di vita delle Opere Pubbliche alla Banca, tramite l’applicativo MOP:

  • Comunicati ANAC e correlazione tra CIG e CUP.
  • L'applicativo MOP 2.0.
  • L’ambito “soggettivo” e "oggettivo" di applicazione e le informazioni da comunicare.
  • Le quattro Sezioni e le varie sottosezioni di riferimento.

Gli obblighi di trasmissione (al M.I.T.) e le pubblicazioni ex art. 29 co. 2 del Codice – il nuovo SCPSA

Verranno trattati gli ulteriori obblighi di pubblicazione degli atti sin dalla programmazione delle procedure di affidamento degli appalti pubblici, comprendente il riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle P.A..

  • Obblighi di trasparenza ex D. Lgs. n. 33/2013 ed invio, in formato digitale, all’Autorità, delle informazioni indicate dal comma 32 dell’art. 1 della legge n. 190/2012.
  • L’art. 29 del Codice dei contratti pubblici e gli obblighi di pubblicazione di tutti gli atti delle amministrazioni aggiudicatrici e degli enti aggiudicatori relativi alle procedure per l'affidamento di appalti pubblici di servizi, forniture, lavori e opere, di concorsi pubblici di progettazione, di concorsi di idee e di concessioni.
  • La pubblicazione degli atti inseriti nella “lista atti” nella piattaforma web del Servizio Contratti Pubblici.

La quota comprende l’accesso alla piattaforma e il materiale didattico che viene inviato prima dell’avvio dei lavori.
In omaggio i successivi 3 numeri della rivista telematica MediAppalti (www.mediappalti.it)

In caso di iscrizioni pervenute almeno 20 gg. prima della data prevista del corso Mediaconsult garantisce la grande opportunità di continuare la formazione per ulteriori 12 mesi attraverso l'invio, al proprio indirizzo mail, della rivista telematica MediAppalti, specializzata in materia di appalti pubblici.

COSA SERVE

Qualche giorno prima degli incontri saranno fornite le credenziali per accedere alla nostra piattaforma di formazione a distanza.

Per il partecipante è indispensabile dotarsi solo di:

  • un collegamento internet veloce;
  • casse o cuffie.

Requisiti di sistema: Piattaforma GoToWebinar

Per qualsiasi informazione o dubbi di natura tecnica contattare la segreteria organizzativa.


Relatore

Avv. Massimo Rizzi, Avvocato esperto in materia di appalti pubblici


Sedi del seminario

  • 11 novembre 2020 e 18 novembre 2020
    Formazione a distanza ore: 10.00 - 13.00

Costo
Primo iscritto: 280,00 Euro + IVA (se dovuta)
Dal secondo iscritto in poi: 280,00 Euro + IVA (se dovuta)