Innovazione e dematerializzazione

Seminario

Percorso di alta formazione in Innovazione Digitale

Ciclo di incontri operativi sui temi della innovazione e dematerializzazione, alla luce della Legge di conversione n. 120/2020 del D.L. Semplificazioni


In fase di accreditamento al Consiglio Nazionale degli Ingegneri

Presentazione

La dematerializzazione rappresenta di certo il vero processo irreversibile della Pubblica Amministrazione.

Non c’è nuova disposizione di legge sui processi organizzativi delle PA che non preveda un forte ricorso alla tecnologia e all’innovazione.

Ne è un esempio lampante la legge di conversione n. 120/2020 del decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76, recante misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale (il cosiddetto decreto-legge “Semplificazioni”), che ha introdotto numerose novità per le pubbliche amministrazioni e, nello stesso tempo, ha modificato diversi articoli del Codice dell’amministrazione digitale.

Il ricorso alla digitalizzazione, d’altronde, non è funzionale solo al miglioramento dei processi interni delle pubbliche amministrazioni, ma rappresenta la soluzione a cui tendere per semplificare e ottimizzare i rapporti tra le stesse e con i loro utenti: cittadini e imprese.

Il decreto-legge “Semplificazioni” e la conseguente legge di conversione, non solo hanno definito un percorso per conseguire l’innovazione digitale in ogni comparto pubblico, ma hanno fissato anche una data, il 28/02/2021, entro la quale le pubbliche amministrazioni (come individuate nell’art. 1, c. 2, del d. lgs. n. 165/2001) devono avviare progetti volti a rendere fruibili tutti i loro servizi anche in modalità digitale (art. 64-bis, comma 1-quater, CAD). Per fare questo, esse dovranno individuare i servizi interessati e definire per ciascuno di essi le soluzioni organizzative, funzionali e tecnologiche da adottare per erogarli online.

Mediaconsult, in collaborazione con ISDIF Srl, lo spin off dell’Università di Macerata che integra competenze di natura giuridica, informatica, documentale e organizzativa, ha definito un percorso formativo sulle novità della legge di conversione del decreto-legge “Semplificazioni” con l’obiettivo di fornire alle figure di responsabili - amministrativi e tecnici - delle pubbliche amministrazioni le conoscenze necessarie per dare attuazione alle disposizioni contenute nel decreto-legge n. 76/2020.

Direttori Scientifici del percorso formativo in oggetto sono il Prof. Stefano Pigliapoco e il Prof. Giulio Salerno, due figure di rilievo nel panorama nazionale e tra i maggiori esperti in materia digitalizzazione e dematerializzazione delle pubbliche amministrazioni. Ai Direttori scientifici si affiancano altri due relatori di provata esperienza e competenza nel settore della digitalizzazione delle Pubbliche amministrazioni: l’Avv. Sandro Di Minco e il Prof. Simone Calzolaio.

Il percorso, che abbraccia aspetti giuridici, informatici e documentali mediante un approccio concretamente orientato alla soluzione di problemi operativi, prevede lo svolgimento di una serie di seminari online (webinar) della durata di 3 ore ciascuno. Questi seminari, che possono essere acquisiti anche singolarmente, sono da seguire preferibilmente nel loro complesso e nella sequenza qui proposta, al fine di prepararsi al meglio in vista della scadenza del 28/2/2021, quando le pubbliche amministrazioni dovranno avviare i progetti di trasformazione digitale espressamente richiamati dalla legge di conversione del decreto - legge “Semplificazioni”.

Programma

Primo incontro - 20 ottobre (ore: 10.00 - 13.00)

Semplificazione e innovazione digitale

Quadro d’insieme degli obiettivi, delle linee d’azione e dei vincoli introdotti per le pubbliche amministrazioni nel decreto legge 16 luglio 2020, n. 76

Relatori: prof. Simone Calzolaio, avv. Sandro Di Minco, prof. Giulio Salerno

Presentazione

Il webinar ha per oggetto l’inquadramento complessivo delle innovazioni introdotte nella legge di conversione del decreto-legge “Semplificazione” in tema di semplificazione e innovazione digitale. In particolare, tenuto conto dell’evoluzione del processo di digitalizzazione della PA, saranno esaminati gli obiettivi, le linee di azione e i vincoli posti alle pubbliche amministrazioni, in modo da comprendere gli obblighi e le potenzialità che ne deriveranno a carico degli appartenenti alle PA, così come i diritti e le facoltà spettanti agli utenti e ai destinatari dei provvedimenti della PA.

Programma

  • La legge 120/2020 e la riforma del Codice dell’Amministrazione Digitale: obiettivi complessivi, tempistiche, modalità applicative.
  • Le innovazioni in materia di documenti e procedimenti della PA.
  • L’erogazione digitale dei servizi pubblici.
  • Le modalità di comunicazione tra le PA e con gli utenti.
  • Il codice di condotta tecnologica e il lavoro agile.
  • Il Patrimonio informativo pubblico.

Secondo incontro - 3 novembre (ore: 10.00 - 13.00)

Identità digitale e sistema SPID

Nuove possibilità per la firma dei documenti informatici e l’accesso ai servizi digitali delle pubbliche amministrazioni.

Relatori: prof. Simone Calzolaio, avv. Sandro Di Minco, prof. Giulio Salerno

Presentazione

La legge di conversione (l. n. 120/2020) del decreto legge per la semplificazione e l’innovazione digitale (DL 76/2020) ha introdotto significative novità in tema di identità digitale, autenticazione informatica e accesso telematico ai servizi della pubblica amministrazione. Il webinar analizza queste disposizioni e approfondisce le potenzialità del Sistema Pubblico di gestione dell’Identità Digitale (SPID) per la generazione di firme elettroniche a valenza giuridica.

Programma

  • Identità digitale e novità introdotte dal decreto-legge “semplificazioni” (DL 76/2020) e dalla conseguente legge di conversione (l. n. 120/2020).
  • Sistema Pubblico di gestione dell’Identità Digitale (SPID).
  • Le identità digitali SPID.
  • Identificazione e autenticazione informatica mediante le identità digitale SPID.
  • Firma elettronica con SPID.

Terzo incontro - 17 novembre (ore: 10.00 - 13.00)

Domicilio digitale e Indici nazionali

Nuovi obblighi per le pubbliche amministrazioni nelle comunicazioni con i cittadini, i professionisti e le imprese.

Relatori: prof. Simone Calzolaio, avv. Sandro Di Minco, prof. Giulio Salerno

Presentazione

La legge di conversione spinge decisamente le pubbliche amministrazioni all’uso del servizio di posta elettronica certificata (PEC), o altro servizio di recapito elettronico certificato qualificato conforme al Regolamento europeo eIDAS, nelle comunicazioni con i cittadini, le imprese, i professionisti e gli enti pubblici in genere. Il webinar illustra le novità risultanti dalle disposizioni in materia di domicilio digitale, servizio di posta elettronica certificata, di recapito elettronico certificato e di Indici nazionali contenute nella legge di conversione del decreto-legge “Semplificazioni”.

Programma

  • Domicilio digitale e novità introdotte con la l. n. 120/2020.
  • Servizio di posta elettronica certificata (PEC).
  • Servizio di recapito elettronico certificato qualificato conforme al Regolamento eIDAS.
  • Indici nazionali dei domicili digitali delle pubbliche amministrazioni, dei professionisti, delle imprese e dei cittadini.
  • Forme di comunicazione con i soggetti che non hanno un domicilio digitale dichiarato, previste nel DL 76/2020.

Quarto incontro - 2 dicembre (ore: 10.00 - 13.00)

Servizi digitali delle pubbliche amministrazioni

Obiettivi, strumenti e vincoli alla luce della legge n. 120/2020

Relatori: prof. Stefano Pigliapoco

Presentazione

Tra le disposizioni più rilevanti contenute nella legge n. 120/2020, che converte il DL 76/2020, figurano quelle che impongono alle pubbliche amministrazioni di cui all’articolo 1, comma 2, del D. Lgs 165/2001 l’obbligo di rendere fruibili i propri servizi in modalità digitale, anche attraverso il punto di accesso telematico. Esse fissano anche un termine, il 28 febbraio 2021, per l’avvio dei progetti di trasformazione digitale. Il webinar, dopo aver esaminato le disposizioni in oggetto, fornisce indicazioni pratiche su come attuarle, progettando la messa online dei servizi pubblici.

Programma

  • Erogazione dei servizi in modalità digitale. Concetti di base, disposizioni contenute nella legge di conversione del DL 76/2020 e linee d’azione del Piano triennale per l’informatica nella PA 2019-2021.
  • Modulistica elettronica intelligente.
  • Identificazione e autenticazione informatica dei soggetti fruitori mediante identità digitali SPID, carta d’identità elettronica (CIE) o carta nazionale dei servizi (CNS).
  • Firma con SPID.
  • Linee progettuali per l’erogazione di servizi digitali.

La quota comprende l’accesso alla piattaforma e il materiale didattico che viene inviato prima dell’avvio dei lavori.
In omaggio i successivi 3 numeri della rivista telematica MediAppalti (www.mediappalti.it)

In caso di iscrizioni pervenute almeno 20 gg. prima della data prevista del corso Mediaconsult garantisce la grande opportunità di continuare la formazione per ulteriori 12 mesi attraverso l'invio, al proprio indirizzo mail, della rivista telematica MediAppalti, specializzata in materia di appalti pubblici.

COSA SERVE

Qualche giorno prima degli incontri saranno fornite le credenziali per accedere alla nostra piattaforma di formazione a distanza.

Per il partecipante è indispensabile dotarsi solo di:

  • un collegamento internet veloce;
  • casse o cuffie.

Requisiti di sistema: Piattaforma GoToWebinar

Per qualsiasi informazione o dubbi di natura tecnica contattare la segreteria organizzativa.


Relatori


Sedi del seminario

  • 20 ottobre 2020, 03 novembre 2020, 17 novembre 2020 e 02 dicembre 2020
    Formazione a distanza ore: 10.00 - 13.00

Costo
780,00 Euro + IVA (se dovuta)