Personale

Seminario

Il lavoro agile nella pubblica amministrazione: il POLA, obbligo e/o opportunità?


Presentazione

Già l'ultimo legislatore riformista, con L. 124.2015, invitava gli Enti ad effettuare un cambio di paradigma nella gestione del lavoro pubblico.

La pandemia in atto ha reso questo cambiamento una necessità senza il quale si rischia la paralisi delle attività degli Enti Pubblici e, quindi, un blocco anche del mondo socio-economico che conosciamo.

Post COVID-19 quale sarà lo scenario di riferimento?

In assenza di una sfera di cristallo utile a realizzare un vaticinio, le Pubbliche Amministrazioni hanno la grande possibilità (oltre che il dovere morale e l’obbligo normativo) di concretizzare le esperienze di lavoro agile poste in essere durante il primo periodo emergenziale, attuare quel mancato cambio di paradigma di cui innanzi e offrire servizi agli stakeholders in attesa con le aspettative di questi e propri di una amministrazione evoluta.

Il Corso si pone l'obiettivo di delineare un siffatto scenario analizzando gli aspetti giuslavoristici ed organizzativi utili ad implementare, opportunamente, forme agili di organizzazione del lavoro internamente agli Enti.

  • Il tempo di lavoro.
  • La flessibilità organizzativa ai sensi del CCNL.
  • Il lavoro agile prima, durante e dopo l'emergenza epidemiologica.
  • Organizzazione e regole interne agli enti per agire la prestazione lavorativa in modalità smart.
  • Il POLA - il Piano Organizzativo del Lavoro Agile.
  • Il collegamento tra POLA, Piano delle Azioni Positive, Piano delle Performance e Programmazione Economico - Finanziaria.
  • Gli effetti della mancata introduzione del lavoro agile a livello di performance individuale ed organizzativa.
  • Sviluppo di un tool per la mappatura dei processi necessario per l’implementazione del lavoro agile su tutta l’Amministrazione.
  • Il collegamento tra CAD (codice dell’amministrazione digitale, D.Lgs. 82.2005), sviluppo di componenti ICT, smart working e ruolo di RTD (responsabile per la transizione digitale) DPO (data protection officer).
  • Le forme di interlocuzione sindacale.
  • La disciplina dei controlli sul lavoro agile introdotta dalla Corte dei Conti.

Si comunica, inoltre, che, su richiesta dei singoli Enti, si potrà procedere, con separato servizio, a definire il sistema delle regole interne utile a garantire la complessiva compliance alle discipline normative.

Output possibili di questi incontri saranno la realizzazione:

  • del Regolamento generale sul lavoro agile;
  • del modello di Accordo tra datore di lavoro e lavoratore ai sensi dell'art. 19 della L. 81.2017;
  • delle basi per la predisposizione delle Informative;
  • del pre Assessment utile alla definizione del POLA;
  • di KPI (indicatori delle performance) per misurare le prestazioni degli smart worker;
  • di forme di raccordo con il Piano delle Azione Positive e con gli altri documenti Pianificatorio/Programmatori propri degli Enti;
  • di modelli di interlocuzione sindacale che valorizzino il ruolo dell’Organismo Paritetico per l’Innovazione;
  • delle soluzioni utili all'accrescimento della consapevolezze dei rischi insiti nella gestione da remoto dell'attività lavorativi (cf. DL. 76.2020);
  • ecc.

Le attività laboratoriali, realizzabili anche da remoto, saranno personalizzabili alla luce degli specifici fabbisogni manifestati.

Si evidenzia, infatti, come l’implementare adeguatamente di forme di lavoro agili in linea con le caratteristiche dell’Amministrazione rappresenti anche un valido antidoto per sterilizzare i rischi collegati ad una misurazione negativa dei livelli di performance organizzativa ed individuale traguardata da Enti/Dirigenti e personale del comparto.


La quota comprende l’accesso alla piattaforma e il materiale didattico che viene inviato prima dell’avvio dei lavori.
In omaggio i successivi 3 numeri della rivista telematica MediAppalti (www.mediappalti.it)

In caso di iscrizioni pervenute almeno 20 gg. prima della data prevista del corso Mediaconsult garantisce la grande opportunità di continuare la formazione per ulteriori 12 mesi attraverso l'invio, al proprio indirizzo mail, della rivista telematica MediAppalti, specializzata in materia di appalti pubblici.

COSA SERVE

Qualche giorno prima degli incontri saranno fornite le credenziali per accedere alla nostra piattaforma di formazione a distanza.

Per il partecipante è indispensabile dotarsi solo di:

  • un collegamento internet veloce;
  • casse o cuffie.

Requisiti di sistema: Piattaforma GoToWebinar

Per qualsiasi informazione o dubbi di natura tecnica contattare la segreteria organizzativa.


Relatore

Dott. Francesco Pellecchia, Funzionario del Comune di Bari, esperto di modelli organizzativi per una P.A. 4.0


Sedi del seminario

  • 04 dicembre 2020
    Formazione a distanza ore: 09.15 - 13.45

Costo
180,00 Euro + IVA (se dovuta)