SINTESI CORSO
Numero incontri: 3
Ore video corso: 9 ore
Presentazione:

L’evoluzione del sistema programmatorio ai sensi dell’art. 6 del D.L. 80.2021, la disciplina specifica per le amministrazioni con meno di 50 dipendenti, le peculiarità per gli EE.LL. con classe demografica inferiori a 15.000 abitanti, nonché le specificità previste per le Amministrazioni provinciali e delle Città Metropolitane, richiedono agli Enti un differente approccio nella gestione del processo pianificatorio.

Una delle grandi novità introdotte nell’ultimo periodo all’interno della Pubblica Amministrazione, infatti, è tesa, o avrebbe voluto esserlo nell’idea di partenza, ad armonizzare i vari strumenti di pianificazione degli Enti all’interno del PIAO - Piano Integrato di attività ed organizzazione.

Mediaconsult, pertanto, ha progettato una serie di laboratori con l’intento di tradurre in procedure operative, di immediata attuazione, i principali aspetti del sistema di pianificazione integrata, cercando di chiarire molti dubbi che nascono dalla lettura delle disposizioni normative.

Nei singoli laboratori, infatti, saranno fornite indicazioni ben precise per la costruzione di modelli, la redazione di documentazione, la creazione di indicatori, l’organizzazione e la valorizzazione del personale.

CALENDARIO INCONTRI
1° INCONTRO 3 novembre 2022
2° INCONTRO 10 novembre 2022
3° INCONTRO 17 novembre 2022
PROGRAMMA

Laboratorio I –  La costruzione del modello PVCG (Public Value Collaborative Governance) e la definizione degli obiettivi di valore pubblico

  • Dall’analisi della disciplina giuridica del PIAO - art. 6 del D.L. 80.2021 – alla costituzione del gruppo di governance deputato a costruire il sistema pianificatorio dell’Ente.

Il laboratorio, partendo dall’analisi delle fonti normative e dalla presentazione della differenze esistenti tra i modelli di government, management e governance, fornirà elementi per permettere alle amministrazioni di strutturare un innovativo sistema di gestione che valorizzi le peculiarità di organi politici, tecnici e stakeholders, fondativo del modello di Public Value Collaborative Governance (PVCG), ovvero un modello ibrido, inclusivo, che valorizzi le forme partecipative e sia indirizzato alla generazione di valore pubblico (VP).

  • Considerando il fine per il quale si dovrebbe fondare il modello di PVCG, oggetto del laboratorio, naturalmente, sarà l’analisi del concetto di VP, di come si ri-modellano le politiche in modo funzionale al perseguimento del VP e di come si possono misurare gli impatti del VP.
  • Un focus sarà dedicato alla transizione dal sistema pianificatorio di enclave – compresso nel perimetro amministrativo del singolo Ente – a quello di filiera – dove più attori, pubblici e privati, concorrono al traguardamento di obiettivi di VP.
  • Un ulteriore approfondimento riguarderà l’applicazione della metodologia agli Enti con meno di 50 dipendenti, ai Comuni con meno di 15.000 abitanti, nonché alle Province e alle Città Metropolitane.

Q&A: domande e risposte

Laboratorio II – Il sistema Obiettivi – indicatori, funzionali a governare il PIAO

- Analisi del cascading pianificatorio e definizione delle sinergie esistenti tra le varie sezioni del PIAO funzionalmente al traguardamento di obiettivi di VP.

- Il laboratorio:

  • tratterà del sistema di definizione partecipativa degli obiettivi, delle strategie e dei sistemi funzionali alla generazione di VP anche nel coordinamento con i principali strumenti di pianificazione finanziaria;
  • a fronte di obiettivi si ragionerà su come costruire il sistema di indicatori (KPI, KQI, KRI – di performance, qualità e rischio) utili per le operazioni di monitoraggio, misurazione e valutazione dei risultati traguardati, nonché a verifica l’applicazione dell’istituto di cui al D.Lgs 198.2009, c.d. class action all’italiana;
  • delle finalità del sistema di corruption risk managment, quale argine all’erosione del VP generato, quale antidoto alla maladministration e quale fattore abilitante a promuovere trasparenza ed accountability.

- Un focus specifico riguarderà l’applicazione della metodologia agli Enti con meno di 50 dipendenti, ai Comuni con meno di 15.000 abitanti, nonché alle Province e alle Città Metropolitane.

Q&A: domande e risposte

Laboratorio III – La cura e valorizzazione del capitale umano e la transizione a forme organizzative smart.

- L’ultimo incontro laboratoriale riguarderà il sistema di cura e valorizzazione del capitale umano a partire della programmazione di forme organizzative agili e resilienti.

- Nell’ambito del strutturazione del sistema di remotizzazione dell’attività lavorativa e di conversione dei modelli organizzativi in chiave smart si lavorerà:

  • alla costruzione del sistema di mappatura funzionale ad eseguire l’analisi IS ed a modellare il progetto TO BE di cambiamento;
  • alla formalizzazione del lavoro agile attraverso la disciplina regolamentare adottabile da ogni singola organizzazione, quindi, all’armonizzazione delle dimensioni collettive – CCNL – bilaterali – accordo di smart working – e individuali – connubio esigenze conciliative/benessere organizzativo – funzionali alla definizione dei rapporti lavorativi basati su virtuose forme di flessibilità, generatrici di impatti ascrivibili alla dimensione di VP;
  • alla gestione del lavoro smart quale elemento a supporto al sistema di policies di VP.

- Qualora anche il modello del sistema professionale fosse giunto a compimento novellando l’impianto definito nel 2018 a corredo del D.Lgs. 75.2017, si dedicherà un focus specifico anche a questa componente che necessariamente influenzerà il sistema dei fabbisogni e del reclutamento.

- Un ulteriore approfondimento riguarderà l’applicazione della metodologia agli Enti con meno di 50 dipendenti, ai Comuni con meno di 15.000 abitanti, nonché alle Province e alle Città Metropolitane.

Q&A: domande e risposte



COSA SERVE

Qualche giorno prima degli incontri saranno fornite le credenziali per accedere alla nostra piattaforma di formazione a distanza.
Per il partecipante è indispensabile dotarsi solo di: un collegamento internet veloce; casse o cuffie.
Requisiti di sistema: Piattaforma GoToWebinar
Per qualsiasi informazione o dubbi di natura tecnica contattare la segreteria organizzativa.

DESTINATARI

Dirigenti; Posizioni Organizzative; Componenti dell’Organismo Indipendente di Valutazione; Componenti del Comitato Unico di Garanzia; Rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali, RLS, Componenti dell’Organismo Paritetico per l’Innovazione; ogni ulteriore componente dell’organizzazione ritenuto idoneo per traghettare il cambiamento dei paradigmi programmatori e di audit delle PP.AA.; Personale del comparto; Amministratori, Dirigenti, Quadri delle Aziende Partecipate.

RELATORI
Funzionario pubblico, esperto di modelli organizzativi per una P.A. 4.0, promotore dello smart working nelle PP.AA. e nelle Aziende Pubbliche e Partecipate, ideatore di soluzioni basate sulle disruptive technology, facilitatore in processi di change management legati all’evoluzione normativa e socio-tecnica, componente di OIV, formatore di OIV nell’ambito dei corsi specifici di aggiornamento professionale, componente dell’Osservatorio del Lavoro Agile istituito presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri – DFP, docente a contratto di università pubbliche e private e dei principali provider formativi nazionali e internazionali in campo di e-learnig e MOOC, consulente e trainer in percorsi di learning by doing.
COSTO
600 Euro + IVA (se dovuta)

Condizioni agevolate sono previste per i piccoli Comuni (con popolazione inf. a 8.000 abitanti). Contattare la segreteria

Iscrivendoti ai nostri corsi almeno 20 giorni prima, hai diritto ad un codice sconto immediato pari al 20% sull’acquisto del corso.

Si precisa che la partecipazione di un dipendente di una stazione appaltante ad un seminario o ad un convegno non integra la fattispecie di appalto di servizi di formazione (paragrafo 3.9 Determinazione AVCP, ora ANAC, n. 4/2011). Non è quindi necessario richiedere il CIG.


03 Novembre 2022 10:00 - 13:00
IL CORSO INIZIA TRA
QUESTO CORSO INCLUDE
9 ore di video on demand
Materiale Didattico
Accesso su dispositivo mobile e TV
Attestato di partecipazione
Servizio clienti

    RICHIEDI MAGGIORI
    INFORMAZIONI